Domenica 29 giugno l’allegra carovana di bambini ed asinelli partirà da Ligonchio per arrivare fino al mare della liguria

Saranno venti bambini provenienti da tutto il nord Italia e cinque asinelle i protagonisti indiscussi della splendida iniziativa che la Legambiente Ligonchio ha organizzato per il terzo anno consecutivo e che partirà domenica prossima dal Passo di Pradarena, nel comune di Ligonchio.

“Si tratta di un campo estivo itinerante a cui noi siamo particolarmente affezionati – spiega Stefano Regio, presidente di Legambiente Ligonchio, associazione che gestisce da anni l'ostello comunale del capoluogo con una formula davvero originale, quella del turismo 'someggiato', ovvero in compagnia degli asini – e che ci ha visto già due anni fa impegnati in un' emozionante attraversata fino a Monterosso nel cuore del Parco nazionale delle Cinque Terre e l'anno scorso fino a Marinella di Sarzana. In entrambi i casi i viaggi erano stati percorsi interamente a piedi da venti bambini che, accompagnati dagli asini su cui veniva caricato tutto il necessario per li allestimenti dei campi base, erano partiti dall'Atelier 'Di onda in onda' ospitato presso la centrale idroelettrica di Ligonchio, per raggiungere a piedi in nove giorni il mare ligure”.

Il viaggio fino a Monterosso era stato particolarmente toccante perchè erano state attraversate le zone colpite duramente dall'alluvione dell'autunno del 2011 ed anche perchè i piccoli esploratori erano stati investiti dell'incarico di “ambasciatori” portatori di un messaggio di vicinanza tra i bambini dell'Emilia-Romagna e quelli delle Cinque Terre.

“Quest'anno invece – precisa Regio – la scelta dell'itinerario è uguale a quella dell'edizione passata.

La partenza è prevista domenica mattina dal Passo di Pradarena per proseguire fino a Casola di Lunigiana e poi Equi terme. Nei giorni successivi arriveranno al castello di Fosdinovo ospiti del museo intereattivo della resistenza partigiana e da qui, attraversando Castelnuovo Magra inizierà la discesa finale che si concluderà come di consueto con il tuffo di gruppo, esclusi gli asini ovviamente. E finalmente quest'anno abbiamo ottenuto il patrocinio ufficiale dal comune di Castelnuovo Magra, chi sa, un domani ci riusciremo anche con il nostro comune di appartenenza, Ligonchio, ma come è noto, spesso, nessuno è profeta in patria”.

“Da sempre – conclude il presidente – il nostro obiettivo è quello di proporre ai più piccoli soggiorni settimanali a stretto contatto con la natura e con gli Asini, animali legati per tradizione al nostro territorio ed ingiustamente ormai dimenticati. Il nostro costante impegno e contributo nel far diventare Ligonchio il paese dei bambini si concretizza anche in questo modo. Valori come la lentezza, l'osservare attentamente ciò che ci circonda, la solidarietà e la responsabilità sono li ingredienti segreti della nostra proposta che uniti alla sana curiosità dei bambini e al loro sorriso, ci permettono di realizzare tutto quello che di magico accade all'Ostello dei Balocchi”.

Come l'anno scorso, l'iniziativa è organizzata in collaborazione con il Parco nazionale che seguirà l'attraversata con aggiornamenti in diretta attraverso le pagine del sito.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Complimenti vivissimi, non so da quanti anni sono accettati i bimbi ma mi sto informando per il prossimo anno… La mia pupa ha solo 4 anni… Così facciamo crescere i nostri figli con la consapevolezza della bellezza dei nostri posti.

    (Gallo)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48