Finale dilettanti: Cavola-Leguigno 1-0

Categoria dilettanti, finale del Torneo della montagna 2014: il Cavola batte il Leguigno 1-0 (dopo i tempi supplementari).

Il Cavola porta a casa la vittoria nel Torneo della Montagna èd è il quinto titolo dal 2002 ad oggi.

La squadra di Chiminazzo non partiva con i favori del pronostico, ma ha saputo giocare una partita di contenimento praticamente perfetta.

Il Leguigno, come già era successo al Baiso in semifinale, non ha potuto fare il suo gioco basato su tanti passaggi corti perché il pressing avversario costringeva a lanci verso le punte e anche le fasce sono state presidiate in modo perfetto togliendo spazio agli inserimenti di Bedin e Brustolin.

Il Cavola in attacco ha fatto poco o nulla, lasciando quasi sempre solo Dattaro che era ben controllato dai centrali avversari.

Per vincere c’ è voluta una magia di Andrea Borgonovi che nel supplementare ha ricevuto sulla fascia sinistra, all’altezza dei 20 metri, una palla che ha stoppato e calciato in porta scavalcando il portiere Priolo che era troppo avanzato.

Un lampo in una partita molto bloccata , con entrambe le difese in netto vantaggio sugli attaccanti.

Poche emozioni nei 90 minuti: un palo interno colto da Ibatici lasciato stranamente solo in area e un retropassaggio un po’ avventuroso messo in angolo da Reggiani le principali palle gol.

Nel supplementare grande occasione anche per il Leguigno ma Reggiani e il palo salvano la situazione.

Tra i vincitori da segnalare le prove di Visioli (inesauribile motore del centrocampo) e Corbelli (invalicabile in difesa).

Merito comunque a tutto il gruppo e anche all’allenatore che ha saputo schierare molto bene la squadra in campo.

Il Leguigno non è riuscito a sfruttare tutto il suo enorme potenziale ma meritava di arrivare ai rigori.

Spadacini e Morani non hanno mai punto ma soprattutto Bedin e Brustolin non sono riusciti ad essere incisivi come al solito.

Dietro bene Malpeli e il solito Germano mentre era assente Colman Castro per altro ben sostituito.

Il Cavola ha dovuto anche giocare in 10 l’ultima parte di gara ma ha retto bene l’assalto degli avversari giocando praticamente la seconda parte dei supplementari con 8 uomini negli ultimi 20-25 metri.

(Riccardo Bellelli)

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48