Sbatte a terra e ammazza il gatto del vicino: denunciato dai Carabinieri

Uscito di casa dopo un litigio con la madre si è ritrovato la vicina che cercava di recuperare il suo gatto che aveva sconfinato nel giardino del vicino. Indispettito per la presenza della vicina ha preso il micio, un grazioso gattino di razza europea di appena 4 mesi, che ha scaraventato a terra cagionandone la morte. Al proprietario che chiedeva spiegazioni di tale comportamento ha riservato sempre un comportamento violento spingendolo a terra. Sono dovuti intervenire i Carabinieri del Nucleo radiomobile della Compagnia di Castelnovo ne' Monti, che hanno riportato il giovane, un 23enne, alla calma, conducendolo in caserma, dove, al termine degli accertamenti, l’hanno denunciato per il gesto tutt'altro che edificante.

L’origine dei fatti questa notte poco dopo la mezzanotte. Il giovane ha fatto rientro a casa venendo raggiunto dalla madre che si trovava nel giardino dei vicini e che vedendolo rincasare lo raggiungeva. A seguire la donna il piccolo micio che si infilava in cortile. Quindi tra madre e figlio nasceva un litigio con le urla che si sentivano fuori casa. A questo punto la vicina raggiungeva il giardino per prender il suo gatto incappando nel ragazzo che uscendo da casa la vedeva, inveendo contro di lei. Quindi senza alcun apparente motivo prendeva il gatto della vicina e lo scaraventava a terra cagionandone la morte. Stesso trattamento violento riservava al vicino che, accorso per chiedere spiegazioni, veniva spintonato a terra. Quindi l’intervento dei Carabinieri di Castelnovo che, ricostruiti i fatti, conducevano il giovane in caserma denunciandolo per il reato di uccisione di animali.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

4 Commenti

  1. Basita dalla cattiveria della gente.

    (Marta)

    Rispondi
  2. Mi chiedo se un atto del genere non debba essere punito con pari severità. Il fatto che nessuno commenti mi fa paura. Quasi sia tutto sommato un momento giustificato di estrema ira! La prossima volta gli scapperà una sciabola, al poverino di turno! Povero micio.

    (Gian)

    * * *

    E’ scelta della redazione non pubblicare i commenti pervenuti in quanto contenenti termini ingiuriosi, a prescindere dalla stigmatizzazione del fatto, che condividiamo.

    (red)

    Rispondi
  3. Non ho commentato finora perchè rimasta senza parole. Anche il mio gatto entra nei giardini dei vicini, per fortuna ho delle persone civili come vicini. Terrorizzata dalla cattiveria della gente.

    (L.M)

    Rispondi
  4. Ingiustificabile questo gesto d’ira scaricato su animali indifesi. Questo però non ci deve far perdere d’occhio la violenza riservata al suo vicino di casa, probabilmente scampato alla sua collera anche grazie all’intervento dei Carabinieri. Indigniamoci anche per il trattamento riservato agli umani!

    (L.Z.)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48