Lavori sulla statale: fine a novembre (se il tempo buono reggerà)

Sopralluogo SS 63Provincia e Anas hanno compiuto ieri mattina un nuovo sopralluogo sulla strada statale 63 per fare il punto sullo stato dei diversi cantieri, variante di Ponte Rosso e galleria Bocco-Canala compresi. Al sopralluogo hanno partecipato la presidente della Provincia di Reggio Emilia Sonia Masini con il dirigente alle infrastrutture Valerio Bussei; il capo Compartimento dell’Emilia-Romagna di Anas Nicola Prisco con il responsabile dei lavori Matteo Castiglioni e quello del procedimento Aldo Castellari; il sindaco di Castelnovo ne' Monti Enrico Bini con la responsabile del settore Lavori pubblici Chiara Cantini, il capogruppo di maggioranza di Carpineti.

"Con Anas abbiamo fatto un sopralluogo per valutare lo stato dei lavori dei cantieri sulla statale 63 e superare insieme alcuni problemi che si sono registrati -  spiega la presidente Sonia Masini – Per quanto riguarda il primo stralcio della variante di Ponte Rosso c’è un leggero ritardo dovuto a problemi tra Anas ed Enel per lo spostamento della linea ad alta tensione sulla rotatoria di Croce. L’obiettivo, se le condizioni meteo climatiche rimarranno buone, è quello di concludere questo cantiere, e i cinque relativi alla razionalizzazione della statale 63 da Ca' del Merlo a Croce progettati dalla Provincia, ma realizzati da Anas, entro la metà di novembre”.

Per quanto riguarda invece la galleria Bocco-Canala, sono in corso le opere propedeutiche allo scavo del tunnel che dovrebbe iniziare tra dicembre e gennaio prossimi, in lieve ritardo a causa del sopravvenuto fallimento di una delle ditte del consorzio che si è aggiudicato l’appalto. La conclusione dell’opera è prevista per il maggio 2016.

"I lavori stanno comunque tutti procedendo e a breve saremo in grado di concludere questi interventi molto importanti e attesi che avvicinano ulteriormente l'Appennino alla città e che stanno facendo lavorare decine di persone, aspetto non secondario in un momento economicamente difficile come questo", ha aggiunto ricordando come ai  34 milioni della Bocco-Canala e ai quasi 9 di lavori in fase di ultimazione, vadano aggiunti i 4 milioni della variante di Ponte Rosso di Castelnovo ne' Monti a cui sta provvedendo direttamente la Provincia di Reggio Emilia, così come avvenuto per le varianti di Canali, in città, e di Puianello a Quattro Castella. Tutte queste opere destinate a rivoluzionare i collegamenti da  per la montagna, saranno illustrate ai cittadini sabato 11 ottobre nel teatro di Castelnovo ne' Monti.

* * *

Il dettaglio degli interventi

Galleria Bocco-Canala

Il progetto prevede due gallerie (di 800 e 300 metri) ed un viadotto centrale di circa 300 metri. L’opera è stata appaltata da Anas al CCC (Consorzio Cooperative Costruzioni di Bologna). I lavori sono stati consegnati l’8 agosto 2013 e sono in corso le opere propedeutiche allo scavo del tunnel che dovrebbe iniziare tra dicembre e gennaio. La conclusione dell’opera è prevista per il maggio 2016.

Importo lavori: 34 milioni

Variante di Ponte Rosso

Destinata a risolvere il problema del famigerato "tornantone" di Ponte Rosso che ogni inverno mette in grandi difficoltà camionisti e automobilisti, bloccando spesso il traffico alle porte di Castelnovo ne' Monti, la variante è stata interamente progettata e finanziata dalla Provincia di Reggio Emilia, esclusa una quota di fondi europei che transitano attraverso la Regione e 500.000 euro stanziati dal Comune di Castelnovo. Il progetto prevede la realizzazione di una strada di categoria C1 intorno all’abitato di Castelnovoi lunga 1.500 metri, con larghezza complessiva di 10,50 metri (due corsie di 3,75 m e due banchine di 1,50 m ciascuna).

Primo stralcio (da Croce alla zona sportiva, circa 1.000 metri): i lavori, iniziati nell’aprile 2013, si concluderanno, tempo permettendo, a metà novembre. Costo: 5,4 milioni di euro (3,1 di fondi europei attraverso la Regione Emilia-Romagna, 1,8 dalla Provincia di Reggio Emilia, 500.000 euro dal Comune di Castelnovo ne' Monti mediante l’alienazione dell’ex sede Agac).

Secondo stralcio (dalla rotatoria della zona sportiva alla rotatoria con la statale 63 (via Micheli e via Comici, circa 500 metri): già conclusa la progettazione e appaltati provvisoriamente i lavori alla ditta Unieco, nei cui confronti,  così come previsto  dal Codice dei contratti, sono in corso le verifiche sui requisiti generali e morali, necessarie per giungere all’aggiudicazione definitiva. I lavori del secondo stralcio potranno comunque iniziare solo a seguito del completamento del primo stralcio, per ragioni legate alla sicurezza del cantiere e al fine di limitare i disagi, tenuto anche conto della situazione morfologica della zona e delle sovrapposizioni che si avranno con il cantiere Anas per le opere di difesa spondale presso la zona Coni, di cui si prevede a breve. L’appalto prevede 11 mesi per l’ultimazione dei lavori, con la possibilità di essere ridotti a 8 mesi. Costo: 3,5 milioni di euro.

Costo complessivo 8,9 milioni di euro, compresi interventi di miglioramento della stabilità dei versanti.

Razionalizzazione statale 63 da Ca' del Merlo a Croce

Intervento 1. E’ il cantiere più vicino a Reggio, tra Ca' del Merlo e Pignedolo. L’intervento, della lunghezza di circa 780 m, prevede il risezionamento della sede stradale per tutta la sua lunghezza incrementando la dimensione trasversale dagli attuali 6-7 m a 10,50 m anche con il raddoppio del ponte stradale esistente. Lavori aggiudicati da Anas alla ditta Zaccaria Costruzioni srl (nessun subappalto) a dicembre 2012, conclusione prevista per novembre. Importo lavori: 2,8 milioni.

lntervento 2.  Si tratta dell’intervento decisamente più importante avendo un’estensione complessiva di circa 450 m, in variante al tracciato esistente, che con la costruzione di un nuovo ponte stradale di 120 m con tre campate, consente la rettifica dell'asse viario nel tratto tra Felina Matta e Pignedolo. Lavori aggiudicati da Anas alla ditta Moviter in ATI con Capiluppi Lorenzo Snc a dicembre 2012 (subappaltatori Tazzioli e Magnani e Ceag). I lavori stanno procedendo e termineranno a novembre. Importo lavori: 3,8 milioni

Intervento 3. Tratto Felina Matta-Fariolo: il tracciato stradale, della lunghezza di circa 750 m, ricalca in sostanza quello esistente e per tutta la sua lunghezza è stato allargato passando dagli attuali 6-7 m a 10,50 m. Per consentire l'allargamento della sede stradale saranno realizzati rilevati di sottoscarpa in terra armata.

Intervento 4. In località Calcinara, riguarda la razionalizzazione dello svincolo tra la Ss 63 e la Sp 9 mediante la costruzione di una nuova rotatoria. L’intervento consente inoltre di aumentare il livello di sicurezza dell’incrocio, spezzando un tratto rettilineo della statale solitamente percorso a velocità sostenute.

Intervento 5. In località Boaro, si estende per una lunghezza di circa 380 m e consiste nella parziale rettifica di un tratto stradale dove è presente una doppia curva e nel contestuale ampliamento della piattaforma stradale a 10,50 m, coerentemente a quanto previsto negli altri interventi.

I lavori sono stati appaltati da Anas e si concluderanno a metà novembre. Importo complessivo degli interventi 3, 4 e 5 : 2,2 milioni.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. speriamo che il meteo ci aiuti tutti

    (luchino)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48