Come una retata. Setacciati interi quartieri

Una singolare e congiunta operazione di pubblica sicurezza. E' quella che segnala il candidato alle regionali Umberto Gianferrari e avvenuta due sere fa. L'operazione si è svolta dalle ore 20 circa di ieri sera alle ore 23.30 circa. Al lavoro, in base alle informazioni raccolte, Polizia Municipale di Castelnovo e i Carabinieri, che ne hanno curato la regia.
Interi quartieri sarebbero stati circondati da Carabinieri e Polizia Municipale, per poi passare al setaccio edifici e persone, che quel quartiere abitano. Analoga cosa è accaduta in alcune frazioni
Dal candidato alle regionali per Fratelli d’Italia Alleanza Nazionale il plauso al sindaco Enrico Bini di queste operazioni aveva parlato in campagna elettorale anche nella serata dedicata al tema della sicurezza organizzata dallo stesso Gianferrari.
Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

13 Commenti

  1. Complimenti e buon lavoro alla Arma dei CC e alla Polizia municipale e soprattutto un bravo al signor sindaco di Castelnovo ne’ Monti che mi risulta essere promotore di questa azione preventiva tendente a prevenire e sconfiggere, laddove ve ne fosse la necessità, la dilagante criminalità. Fermo restando la mia completa stima per le forze dell’ordine, il signor Enrico Bini sta confermando ciò che in passato, quando alla presidenza della Camera di commercio reggiana, senza se e senza ma, ha fatto della legalità, la propria bandiera dimostrando, ancora una volta, quanto siano importanti nonostante le difficoltà oggettive del momento, la serietà e la coerenza per un amministratore pubblico. Grazie.

    (Sergio Tagliati, Reggio Emilia, 25 ottobre 2014)

    Rispondi
  2. Laddove ve ne fosse la necessità, lei dice? Ritenevo che ciò fosse assodato!

    (Umberto)

    Rispondi
  3. Non mi sembra una cosa chiara! Interi quartieri? Setaccio di edifici e persone? Non vorrei comunque che si passasse da uno stato di diritto ad uno stato di polizia!

    (Angelo Covili)

    Rispondi
    • Non credo che abbiano fatto una “retata” nel vero senso della parola. Forse il giornale ha enfatizzato i fatti. Comunque complimenti ai Carabinieri e alla Municipale per l’iniziativa e che sia solo l’inizio.

      (Alex G)

      Rispondi
  4. Un grazie a Bini!

    (Lo zio)

    Rispondi
  5. Al setaccio di chi e di cosa? E alla fine?

    (Commento firmato)

    Rispondi
    • Anche secondo me non è una notizia. Quali quartieri? Per che cosa? E il comunicato delle forze dell’ordine? Mi sembra più campagna elettorale… al massimo.

      (mn)

      Rispondi
  6. Diritto è anche rispettare i diritti di tutti, il buonismo di certe persone ha fallito. Senza arrivare ad uno stato di polizia ma leggi chiare e fatte rispettare, ad esempio dopo 6 mesi di disoccupazione ritorno al paese di origine; in tanti paesi europei funziona così.

    (FG)

    Rispondi
  7. Per Angelo Covili: ha paura dello stato di polizia? Preferisce lo stato di ladri e criminali a girare impuniti tra le nostre abitazioni? A me non è affatto dispiaciuto vedere per qualche sera di seguito le macchine della Polizia municipale girare a passo d’uomo davanti a casa mia. Io non ho nulla da temere da loro. Anzi, sono contento che girino e magari scovino qualche malintenzionato che, all’insaputa generale, magari abita 2 case più avanti della mia e da mesi pianifica e realizza furti in tutto il paese…

    (Giuliano Rossi)

    Rispondi
  8. Chi la vuole cotta chi la vuole cruda… Sono convinto che non sia stata un’operazione fatta cosi a casaccio, tanto per far vedere che fanno qualcosa, ma un’azione mirata. Chi non ha nulla da nascondere non avrà di certo nulla da temere. Che ci siano delle critiche credo sia normale amministrazione, in fondo nonostante siamo circondati da bande di ladri ci sono ancora cittadini che segnalano con i lampeggianti la presenza di un posto di blocco dei carabinieri, agevolando cosi i delinquenti a non farsi beccare. A parte questo, sono davvero contento che ci sia finalmente una reale collaborazione fra le forze dell’ordine.

    (Gianni Grisanti)

    Rispondi
  9. Se il sindaco Bini ha deciso questo “cambio di passo” nella lotta alla criminalità non passiamo che esserne contenti; non capisco l’intervento del sig. Covili che, subito, tira fuori argomentazioni legate ad una idiosincrasia congenita, mi pare di capire, ad una certa severità nel fare rispettare le leggi. E’ sotto gli occhi di tutti dove ci ha portato, in questi ultimi decenni, questo garantismo a tutti i costi…

    (Ivano Pioppi)

    Rispondi
  10. E i sindaci degli altri comuni dove non si vive più di giorno e nemmeno la notte, cosa pensano di fare?

    (Ilenia)

    Rispondi
  11. Il plauso di tutti i montanari va alla Benemerita ed alla Polizia municipale. Bisogna perseverare nella sorveglianza e nella collaborazione e sicuramente i malintenzionati cesseranno le loro malevola attività. Tutti abbiamo fiducia nei carabinieri e nei vigili urbani che ben conoscono la loro professione che col tempo ha dato e darà sempre i suoi buoni risultati.

    (Bruno Tozzi)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48