Schiocchi “tibetani”

Orridi tiberani

"Ponti tibetani sugli Schiocchi del Fiume Secchia: lavori in corso. Preparatevi a vivere grandi emozioni!". Così annunciano in FB i "Briganti di Cerreto".

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

7 Commenti

  1. Bellissima iniziativa. Questo è un grande esempio di idee messe in pratica per valorizzare il nostro territorio. Anche questo può servire ad attirare turismo che poi gravita economicamente sulle aree limitrofe. Bravissimi, i “Briganti”!

    (Fabio Mammi)

    Rispondi
  2. Fa molto piacere vedere come il nostro Appennino sta crescendo e come sinergie e collaborazione tra imprese leader sul nostro territorio diano vita a bellissimi e interessanti progetti! Dovrebbero, a mio avviso, essere di più gli articoli che parlano di collaborazioni tra aziende come Cerwood e i Briganti di Cerreto, collaborazione che li ha visti insieme in Puglia e in Sicilia. Avanti così!

    (Ale)

    Rispondi
  3. In effetti si sentiva proprio il bisogno di un nuovo sentiero in quella zona! Vedo poi che si tratta di un bel tavolato di legno, destinato a marcire in poco tempo vista l’umidità della zona. Complimenti. E’ incredibile come, con una rete sentieristica che sta cadendo a pezzi, antichi selciati che si stanno perdendo per sempre, si trovino sempre risorse per nuovi sentieri, spesso fantasiosi e dal dubbio significato escursionistico (Balze di Malpasso, Penna di Civago solo per fare due esempi recenti) e mai per opere/progetti di recupero e ordinaria manutenzione. Nulla di nuovo dentro il Secchia, tutto normale, avanti così.

    (Claudio Torreggiani)

    Rispondi
  4. Bellissima iniziativa, complimenti ai “Briganti” (non date credito a sterili polemiche). Finché siete ancora in opera non è che rendereste l’accesso al ponte usufruibile anche in carrozzina? Ve ne sarei estremamente grato.

    (Gabriele Colombani)

    Rispondi
  5. Idea geniale, i commenti negativi mi ricordano la favola della volpe e l’uva. Avanti così, ragazzi, e viva mille volte il Cerreto.

    (Norma Catellani)

    Rispondi
  6. Bellissima opera, ottima collaborazione, ma al sottoscritto sorge una domanda, chi paga? Se, e dico se, questa struttura è un mero investimento imprenditoriale degli operatori, un plauso a loro, ma come credo sia pagato o meglio con un contributo rilevante da parte del pubblico (vedi GAL, Parco, etc), di chi sarà la gestione a fine lavori? Sarebbe giusto indire una gara per la gestione di tale struttura?

    (Marco)

    Rispondi
  7. Complimenti ai Briganti, idea stupenda, iniziativa lodevole e spero di enorme successo. Già pregusto che foto spettacolari si potranno fare. Bravi!

    (Corrado Parisoli)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48