A Febbio nel week-end si scia fino ai 2000 metri

FebbioDopo tantissimi lavori e una partenza un po' lenta, finalmente Febbio si presenta nella sua bellezza , infatti grazie alle nevicate di questi giorni la stazione sciistica più amata dai reggiani sarà aperta in questo fine settimana e nei prossimi.

Infatti sia la triposto Fortino Mardonde (1500) che la tanto attesa e amata 2000 saranno aperte e funzionanti per tutti gli appassionati degli sport invernali.

Febbio in questi mesi ha suscitato anche un grandissimo interesse per le famiglie che amano divertirsi con i loro bimbi sul Campo scuola. Insomma Febbio è viva più che mai e aspetta solo di essere vissuta.

Per informazioni rivolgersi al 338.91.87.144 oppure www.infofebbio.com

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

3 Commenti

  1. Che bella notizia, complimenti e in bocca al lupo!

    (Corrado Parisoli)

    Rispondi
  2. Già sperimentato il campo scuola lo scorso 2 gennaio, ci siamo divertiti tantissimo con la nostra bambina di 3 anni semplicemente sulla bella pista per lo slittino (che, ahimè, a Cerreto Laghi non c’è), all’interno del parco giochi sulla neve per i bambini con gommoni e musica dal vivo fronte pizzeria. In quel caso era aperto solo il bel campo scuola e la 1500, con discesa anticipata, causa mancanza neve. Nei due giorni trascorsi a Febbio ho comunque notato tanto impegno, tanta semplicità nelle persone, voglia di divertirsi ma anche un’ottima organizzazione e una montagna bellissima con potenzialità importanti anche per lo sci. Complimenti a tutti coloro si sono impegnati per la riapertura della stazione sciistica di Febbio, se il meteo è confermato scierò domenica a Febbio e lunedì a Cerreto Laghi, così non sbaglio.

    (Miriano Monnanni)

    Rispondi
  3. Buongiorno, bravi per aver riaperto Febbio, provate a pensare se c’erano le fondovalli, sia Febbio che le altre stazione sciistiche non sarebbero mai restate chiuse e la gente investirebbero sul turismo. Ma la politica non ci pensa, continua a sprecare risorse e la gente di montagna come fa a restare?

    (F.g.)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48