I “sassolini” di Enrico: “Oggi è la festa della Liberazione”

BiniCommentando ieri in Facebook l'estesa operazione antimafia dei Carabinieri, il sindaco di Castelnovo ne' Monti Enrico Bini ha scritto: "Grande operazione, complimenti alla magistratura, alle forze dell'ordine. Indagine lunga e difficile fatta in un territorio ostile. Ricordo e vorrei sapere cosa hanno da dire quelli che si divertivano (in modo anonimo) a criticare, minacciare, insultare quelli che dicevano che il problema da noi c'era. Cosa dite? Dove siete? Grazie Alfonso, Antonella De Miro, Carabinieri, Guardia di Finanza, Questura. Grazie a Libera, Colore, a tutte le associazioni di volontariato che in questi anni hanno continuato a denunciare le infiltrazioni mafiose. Grazie a Corto circuito. Oggi è la festa della Liberazione".

* * *

Correlati:

Maxi operazione anti ‘ndrangheta: tra gli arrestati anche Pagliani (Fi). AGGIORNAMENTO – Le dichiarazioni del sindaco di Castelnovo ne’ Monti, del presidente della Provincia e del presidente della Regione (28 gennaio 2015)

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

13 Commenti

  1. Mi sono più volte complimentato, attraverso Redacon, con Bini per il coraggio e la tenacia nella denuncia delle infiltrazioni malavitose nel tessuto economico e sociale della nostra Provincia, ma sento la necessità di farlo ancora una volta ringraziandolo per la caparbietà di combattere questo male oscuro. Sono orgoglioso di essere amministrato da una persona seria e con la “schiena dritta”. Forse qualche compagno di partito dovrebbe riflettere.

    (Galapagos)

    Rispondi
  2. Mi sembra aver letto più volte che Bini non è iscritto a nessun partito, poi che qualche compagno/o debba riflettere e farsi un esame di coscienza questo è indubbio.

    (Marco)

    Rispondi
  3. Carissimo signor Sindaco, ti stimo e apprezzo il tuo/vostro operato fino ad ora, per quanto riguarda la domanda retorica posta, credo che l’interlocutore più autorevole sia la signora Masini, mi pare che ne abbia parlato qualche volta.

    (Corrado Parisoli)

    Rispondi
  4. Complimenti per il lavoro svolto in passato nella lotta alla criminalità e per il coraggio dimostrato. E’ anche grazie a persone come Bini che si è potuto effettuare un’operazione dai risultati così evidenti.

    (Uelli)

    Rispondi
  5. Un plauso ad Enrico Bini ed alla sua tenacia e serietà nell’aver sempre combattuto per la legalità. Il termine da lui coniato: “oggi è la festa della liberazione” è proprio azzeccato; che forse il castello stia cedendo? Io dico di sì, probabilmente il nono centenario della morte della Gran Contessa si è aperto nel migliore dei modi. Andiamo tutti a Canossa!

    (Magister)

    Rispondi
  6. Bravo Bini!, più la conosco e più la apprezzo, la “mia montagna” e non solo lei aveva proprio bisogno di una persona così. Gran parte della nostra classe politica nazionale, però, la malavita organizzata l’ha sempre combattuta solo a parole; mi ricordo il “soggiorno obbligato”, roba da far ridere i polli, è come se il contadino curasse una pianta infestata dagli acari quando questi hanno raggiunto i frutti e non prima mentre risalgono il tronco.

    (Armando)

    Rispondi
  7. Recita un vecchio detto “ogni tempo vien chi aspettar lo può” e al Sindaco Bini questo tempo è arrivato ed ha visto che gli allarmi lanciati erano attualissimi. Ha avuto un grandissimo coraggio dalla sua posizione di Presidente della Camera di Commercio denunciare che anche a Reggio la ‘ndrangheta aveva messo le radici e cominciava a raccogliere i frutti, anche se “qualcuna”, miope come su molte altre situazioni, continuava a dire che questa era un’isola felice. Ora aspetto che altri personaggi illustri scendano in campo con determinazione, come il sindaco Bini, e finalmente si possa sperare che gli appalti e quant’altro vengano dati a gente onesta e meritevole. Complimenti ancora, Enrico.

    (Andrea Azzolini)

    Rispondi
  8. Per essere davvero “liberi” purtroppo ci sarà ancora tanto da lottare, io non sono così ottimista, diciamo comunque che questo è un primo passo verso la “liberazione”, ma il sistema ha radici molto profonde ed è duro a morire. Per festeggiare aspetterei ancora un po’.

    (Antonio Manini)

    Rispondi
  9. Come al solito Bini da applaudire: sia come sindaco che come uomo. Mi piacerebbe leggere però anche le pubbliche scuse di Sonia Masini per quanto dichiarato nel 2009 davanti a Grattieri e Nicaso (“Reggio è sana”). Ma purtroppo sappiamo già tutti che stiamo parlando di utopia.

    (Alessandro Torri Giorgi)

    Rispondi
  10. Gentile Sindaco, sai che apprezzo il tuo coraggio, la tua forza e lo spirito con cui ti dedichi alla legalità; abbiamo un amico comune, Don Ciotti, molte volte mi sono espresso sul cammino per combattere le mafie, ma oggi mi sembra eccessivo parlare di “liberazione”, al più, se vuoi, oggi in Emilia si parla di inizio di “resistenza”, di un lungo cammino di fatiche che voi politici oggi più che mai dovete iniziare facendo pulizia.

    (Antonio Curcio)

    Rispondi
  11. Gentile signor Sindaco, La ringrazio del piacere che provo nell’averLe dato il mio voto. E’ in momenti come questi che si trova ancora un senso ai nostri ideali e non ci si sente più vecchi ma ancora utili.

    (MV)

    Rispondi
  12. Veramente complimenti al nostro Sindaco! Uno dei pochi ad avere il coraggio, anche in tempi meno sospetti, di denunciare e far capire le dimensioni del fenomeno ‘ndranghetista qua da noi. Continua così!

    (Giuliano Rossi)

    Rispondi
  13. Complimenti Enrico!, gran cuore e gran coraggio; continua così!

    (Jor)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48