“Come spicchio di melagrana” si aggiudica il Premio nazionale “Silvio D’Arzo”

NormannaE' un'insegnante di Felina, che soprattutto qui in Appennino non ha bisogno di presentazioni, Normanna Albertini, la vincitrice, col romanzo "Come spicchio di melagrana", della seconda edizione del Premio letterario nazionale "Silvio D'Arzo", proclamata l'altro ieri, 30 gennaio, 63° anniversario della morte del grande scrittore e primo anniversario della scomparsa di Luciano Serra. Ancora una volta una donna, dunque, riceve il premio (la volta scorsa fu Ivanna Rossi), soprattutto con un romanzo che svela gli aspetti umani ed esistenziali della contessa Matilde di Canossa in un'ottica che appare decisamente di parte ma avvalorante il mito e la rilevanza storica del personaggio. Chapeau alla giuria che ha centrato l'obiettivo nonostante l'alta qualità dei testi pervenuti da ogni parte d'Italia.

Come spicchioLa proclamazione ha avuto luogo nella Sala del Planisfero della Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia, con una folta partecipazione di amici e appassionati lettori. Ai tre finalisti sono state attribuite menzioni speciali della giuria. Tutti i finalisti hanno ricevuto una copia del Primo Tricolore, con l'intervento del direttore della biblioteca Giordano Gasparini (che sostituiva il sindaco di Reggio, impossibilitato a presenziare per sopraggiunti impegni istituzionali). L'opera vincente ha ottenuto larghi consensi da parte della giuria e costituisce un apporto di grande qualità alle celebrazioni del 900° anniversario della morte di Matilde di Canossa.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

7 Commenti

  1. Felicitazioni vivissime a Normanna Albertini, scrittrice delle terre di Canossa! Leggerò sicuramente il romanzo!

    (Ubaldo Montruccoli)

    Rispondi
  2. Carissima Normanna, dopo tutti i messaggi di gioia che ti ho mandato non posso non scrivere anche qui la grande soddisfazione provata all’annuncio della tua vincita del primo premio al concorso letterario”Silvio D”Arzo” di Reggio Emilia. ”Come spicchio di melagrana” è il titolo del tuo romanzo che ho avuto l’onore di leggere ancora in bozza, che mi è piaciuto straordinariamente, tanto che, senza voler passare per critico letterario, mi aspettavo questo tuo importante riconoscimento. L’argomento è affascinante, Matilde di Canossa una straordinaria figura di donna, vista da una prospettiva un po’ insolita rispetto a quella degli storici che se ne sono occupati. Qui Matilde è bambina, adolescente e donna in un mondo cattivo, fatto di delitti, intrighi, crudeltà che fortificheranno il suo carattere fino a fare di lei ”la gran contessa” che ha segnato veramente la storia del suo tempo. Normanna scrive molto bene, di ogni suo libro ho sempre apprezzato la scrittura pulita, comprensibilissima, di una scrittrice che conosce la lingua italiana perfettamente e, leggendola, si prova un grande piacere. Accanto alla storia si dipana la sua fantasia che ti fa partecipare interamente alle vicende e alle descrizioni stupendamente narrate. Grazie Normanna, conoscendo anche gli altri libri che hai scritto e che ho molto apprezzato non posso che raccomandarti di scrivere. La tua amica.

    (Paola Agostini)

    Rispondi
  3. Vive congratulazioni anche da me, del resto ho già “goduto” spesso dei suoi scritti. Non avevo dubbi, grazie Normanna, non ti conosco di persona ma ti apprezzo un sacco.

    (Lucibill)

    Rispondi
  4. Grande Normanna!, conoscendo le tue doti di scrittrice non avevamo dubbi sulla tua affermazione a questo ambitissimo premio. Complimenti vivissimi.

    (Silvano Domenichini)

    Rispondi
  5. Complimenti alla signora Albertini per il prestigioso premio che le è stato attribuito.

    (Ivano Pioppi)

    Rispondi
  6. Caspita Normanna! Brava! Complimenti per questo nuovo e importante riconoscimento letterario.

    (Nazzarena Milani)

    Rispondi
  7. Grande Normanna, te lo meriti, sei la migliore. Ciao.

    (Massimo Guarino)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48