“Istituzioni e politica impreparati”

Robertino UgolottiIn merito alla recente operazione che ha individuato alcuni spacciatori minorenni sul territorio, grazie ad una azione portata avanti dai Carabinieri di Casina, il capogruppo di "Progetto per Castelnovo ne' Monti" ed esponente Udc Robertino Ugolotti, afferma che “le forze dell'ordine della stazione dei Carabinieri di Casina hanno svolto un gran lavoro per individuare il traffico di droga tra i minorenni. A loro vanno i nostri complimenti e il nostro sostegno. La cosiddetta società educante, le istituzioni, laiche e cattoliche, la scuola, gli adulti, la politica escono ancora una volta impreparati ad affrontare questa grave piaga che affligge i nostri giovani, la situazione è grave le soluzioni non sono facili ma è necessario trovare risposte adeguate per salvaguardare il futuro delle nuove generazioni”.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

8 Commenti

  1. Se la Preside delle scuole superiori desse il permesso di far entrare i cani antidroga nel cortile del comprensorio, se ne individuerebbero altri di giovani spacciatori e consumatori!

    (C.S.)

    Rispondi
  2. Meno male che non lo permette, il lavoro da fare coi giovani è un altro.

    (Enrico Bini)

    Rispondi
    • Sono d’accordo che forse entrare con i cani antidroga a scuola è un po’ eccessivo, però qualcosa bisogna fare! Il problema c’è, è inutile nasconderlo, informazione ai giovani prima di tutto, ma credo che un po’ presenza delle forze dell’ordine che “gironzolano” alla fermata dei bus non farebbe proprio male.

      (Marco)

      Rispondi
    • E, in attesa che gli amministratori pongano in essere “altri progetti”, si deve lasciare circolare liberamente la droga nelle scuole? Legalitari a corrente alternata. Con la demagogia non si risolve il problema droga!

      (Efro Pantani)

      Rispondi
    • Concordo che i cani non sono la soluzione, ma non capisco il “meno male” e mi farebbe piacere anche sapere cosa intende il sindaco con “altro” lavoro. Grazie.

      (MC)

      Rispondi
      • Il “benaltrismo” è uno stile politico che non spiega, non risolve, non dice nulla. Si limita a far scivolare qualunque obiezione nel limbo dei “ci sono problemi ben più seri”. In attesa di “altro”, che ne direbbe il sindaco di qualcosa qui e adesso?

        (Pinello)

        Rispondi
  3. Tutelare e prevenire il rischio droga è un compito delle istituzioni, tra le quali la scuola pubblica; la cronaca purtroppo parla quotidianamente di tale problema!

    (C.S.)

    Rispondi
  4. Sarebbe importante quantificare almeno l’entità del problema nell’ambiente scuola. E come facciamo, chiediamo ai ragazzi “scusa, tu ti droghi?” Ovviamente no. Forse, allora, il fiuto di un cane sarebbe davvero utile. Bini ha ragione; il problema si risolve in altro modo, il problema è l’uomo, non la sostanza. Intanto iniziamo a contenere la diffusione della sostanza, cercando di far capire che in questi termini lo Stato e la società non ammette “deroghe”.

    (Serb)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48