Presto l’asfaltatura e la riparazione dei muretti. Ma per la variante del Ponte Rosso si andrà al 2016

Muretti rotti SS 63 bivio Campolungo (31.3.2015)

Foto Redacon

La zona dell'Albiaccio, cioè l'entrata in Castelnovo ne' Monti lungo la statale 63 provenendo dalla pianura, sarà presto risistemata. Dopo anni di onorato servizio, il manto di asfalto, tra la Croce e la rotonda sotto la Pieve, ormai ridotto ad un colabrodo, sarà rifatto. Così come i muretti che costeggiano questo tratto, che in diversi diversi punti hanno ceduto o sono lì lì.

Ne ha dato notizia, di questi interventi, che verranno compiuti questo stesso aprile appena cominciato, il sindaco Enrico Bini, nel corso dell'ultima assemblea consiliare, l'altra sera, in risposta a richiesta di notizie provenienti dalle minoranze.

L'asfalto è ovviamente di competenza Anas (che forse rimandava l'intervento tenendo conto dell'apertura della variante del Ponte Rosso), proprietaria della strada; mentre ai muretti penserà l'ente pubblico. Osserva Bini che "l'asfalto soprattutto colla bella stagione rischia di provocare danni, considerato il passaggio anche di moto e biciclette".

Via Micheli asfalto rovinato 3 (26.2.2015)

Foto Redacon

A proposito della variante: anche su questo si è detto qualcosa. Daniele Valentini, presentando un'interpellanza, ha chiesto lo stato dell'arte. Il sindaco (ch'è anche consigliere provinciale) ha risposto: "Ribadisco che si tratta di una priorità per la Provincia; servono 2,9 milioni di € per completare l'opera. Speriamo di andare all'appalto a inizio estate, ma la fine non si avrà prima del prossimo anno". Se tutto andrà come previsto, dunque, il prossimo inverno il transito vedrà la stessa situazione di quello appena passato; un inverno, a parte la burrasca di inizio febbraio, tutto sommato mite. Il primo cittadino tiene a ribadire e rivendicare l'impegno profuso da Comune, forze dell'ordine e volontariato per evitare i soliti ingorghi: "In più casi sono stati fermati e rispediti indietro mezzi non attrezzati: solo per questo non vi sono stati blocchi e code".

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

4 Commenti

  1. “Colla bella stagione”? Non mi sembra un italiano corretto.

    (Gianni Zannini)

    * * *

    Per la Treccani sì:

    Quando si trovava prima di un articolo determinativo, la preposizione con poteva fondersi con esso, dando origine così alle preposizioni articolate
    col (= con il) coi (= con i)
    cóllo (= con lo) cogli (= con gli)
    cólla (= con la) cólle (= con le)

    (red)

    Rispondi
  2. Buon giorno Enrico, spero che non sia parole di “peso” come quelle del tuo predecessore che circa 3 anni fa scriveva le stesse cose, poi 2 anni fa, e poi poco prima di finire il mandato. Vedremo, concludo il commento con una postilla per Anas. Se è possibile rendere nota la persona che ha fatto il collaudo al cantiere “boaro”, in special modo sulla costruzione del muro visibilmente fuori piombo e sui muretti a terra già sgretolati. Annuncio che è pronta una mia missiva al nuovo Ministro Del Rio e alla Corte dei Conti, per capire se è normale che dopo 5 mesi si sgretoli tutto. Cordialmente.

    (Roberto Malvolti)

    Rispondi
  3. Ma l’appalto per il Ponte Rosso non era già stato assegnato nell’autunno scorso?

    (GC)

    Rispondi
  4. Ma Malvolti, cosa hai capito?! Sei mesi sono già troppi, così si rifà tutto e noi paghiamo! Io propongo che paghi chi ha fatto il collaudo.

    (Onelio Serpieri)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48