“Vivere sotto minaccia r-esistere tra il Dolo e l’Ozola”, uno spettacolo di Anima montanara

Uno spettacolo teatrale ideato e diretto da Francesco Boni e Roberto Mercati con "Anima montanara" e la partecipazione di Natascia Zambonini ed Ezio Bonicelli. Scenografie di Fabrizio “Fabretti” Ugoletti.

Anima Montanara

Anima Montanara

Lo spettacolo si svela come un intenso viaggio emozionale nella memoria di alcuni avvenimenti occorsi nell’Appennino reggiano durante la seconda guerra mondiale. Letture musicate di famosi scrittori si intrecciano ai canti antichi in ottava rima di autori locali che hanno vissuto e poi raccontato in poesia la loro esperienza di guerra; e ancora le canzoni del gruppo musicale Anima montanara sulle parole antiche dei poeti appenninici che hanno contribuito, anche in epoche diverse, a farci riflettere sui valori di tolleranza, accoglienza e condivisione. L’accompagnamento sonoro si fa poi solo strumentale in momenti dedicati all’esecuzione di musiche popolari, ma ancora di utilizzo quotidiano al tempo della resistenza.

Elemento poi innovativo è il disegno artistico dal vivo realizzato, durante l’esecuzione di alcune canzoni, con materiali poveri ed evocativi come il carbone, il fango e il vino.

Ed infine si ascoltano registrazioni audio di testimonianze dirette di persone di montagna che hanno vissuto particolari momenti talmente forti dal punto di vista emotivo da essere ancora esattamente scolpiti nella memoria personale, collettiva e di comunità, dopo tanti anni.

Lo spettatore si trova quindi immerso emotivamente in una molteplicità di linguaggi artistici che hanno la funzione di ricordare per non dimenticare, non solo con la mente, ma anche con il cuore.

I musicisti del gruppo Anima montanara sono Simone Pantani ed Irene Condò, voci, Francesco Boni, voce e chitarra, Marco Baroncini, Dario Sabattini, chitarre, Mirko Ferrarini, fisarmonica, Davide Castellari, clarinetto e sassofono, Diego Scaffidi, percussioni. A loro si aggiungono in questa produzione Roberto Mercati, narratore e disegnatore, Natascia Zambonini, voce, Ezio Bonicelli, violino. Le scenografie sono di Fabrizio “Fabretti” Ugoletti.

Ingresso € 10  (gratuito under 13)

Anima montanara

Da alcuni anni il gruppo musicale, formato da noti ed apprezzati musicisti professionisti della nostra provincia, si sta dedicando a mettere in musica e rileggere in modo originale testi poetici e popolari dell’Appennino tosco-emiliano. Un progetto musicale originale e ricco di significati culturali per valorizzare e diffondere le storie, leggende, paesaggi nei racconti e nei versi dei più sensibili poeti del territorio. Le musiche sono del chitarrista reggiano Francesco Boni e sono state arrangiate per  un originale gruppo musicale formato da due voci, tre chitarre, fisarmonica, sassofono e clarinetto, strumenti della tradizione montanara che qui vengono reinventati con un linguaggio moderno che spazia dalla world music al jazz. Il gruppo ha registrato tre dischi (La voce della poesia, Partenze e ritorni, Ballate d’Appennino) che hanno ottenuto una vasta diffusione e unanimi apprezzamenti.

Per maggiori informazioni:  www.animamontanara.it

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48