La  Pietra e la… felicità

Pietra

(Foto Scopri-Re.it)

Ospitiamo una composizione di Enzo Fontana, che proponiamo di seguito.

-----

Eravamo giovani studenti

belli, pieni di vita, innamorati.

Avevamo raggiunto

la Pietra di Bismantova

quel lunedì di Pasqua.

In una bellissima giornata di sole.

Il cielo era

terso e luminoso come non mai

e quel paesaggio ci infondeva

gioia, felicità, serenità.

Noi eravamo raggianti e

lassù, sulla cima, ci sembrava

di essere immersi nella luce,

di far parte noi stessi della luce,

pieni di sogni, felici, estasiati.

I nostri cuori vibravano,

cantando di gioia

e affidavamo

il nostro dolce canto

a quella straordinaria Pietra

posta tra cielo e terra,

perché con l’eco

lo diffondesse nell’aria

portando la nostra felicità a tutti.

Enzo Fontana  

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Erano le nostre aspirazioni. Potere andare alla Pietra significava diventare adulti, emanciparsi, far parte dei grandi. Se poi c’era il tempo per salire sul monte la gioia era completa.

    (Savino Rabotti)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48