Home Cronaca Vetto emiliana e Vetto lombarda ora gemellate!

Vetto emiliana e Vetto lombarda ora gemellate!

7
1


Gemellaggio di Vetto

Non è da tutti scoprire che, al mondo, non si è poi così soli. E' quello che devono avere pensato i vettesi di Vetto di Reggio Emilia e, anche, i vettesi di Vetto di Lanzada, Sondrio. Infatti, il piccolo comune rivierasco e dal nome assai più originale di un qualsiasi "castel di..." o "borgo..." ha di recente avviato un gemellaggio con un paese omonimo, in Lombardia.  Gemellaggio 4 (Large)

Venerdì 1°maggio, infatti, diciassette vettesi lombardi sono stati accolti nel Palazzo municipale da Fabio Ruffini, primo cittadino della Vetto emiliana, e dai membri del consiglio comunale e della giunta. E' stata l'occasione per conoscersi, scoprire le reciproche realtà e, anche, presentare un po' del nostro territorio. Infatti, i neo-gemelli sono stati accompagnati ad ammirare l’incantevole frazione di Gottano di Sopra, nel quale si è tenuto il pellegrinaggio all’Oratorio delle Formiche, seguito dal pranzo sul sagrato della chiesa. La visita, di due giorni, è proseguita ad alcune bellezze locali come la Pietra di Bismatova e, immancabilmente, ad un caseificio per la produzione di Parmigiano Reggiano. Qui il mastro casaro Sergio Rovatti li ha condotti in una visita guidata conclusasi a bocca aperta nello spettacolare magazzino della Latteria di Cagnola (foto).Vetto di Lanzara gemelli in visita al Caseificio di Cagnola

Singolare, però, scoprire come il gemellaggio sia nato nell'ambito dell'associazione “Amici della sagra”, una no profit dedita all’organizzazione della “Sagra di Vetto”, manifestazione enogastronomica che si tiene appunto nell’omonima località della Valmalenco durante la prima settimana di agosto. A svelarlo la nascita del gemellaggio è stato Rino Masa, insegnante di Vetto di Lanzara, che ha ricordato come suo padre avesse ricevuto una lettera con il timbro postale di Vetto d’Enza, in quanto respinta dalla municipalità omonima nostro Appennino. Da lì la curiosità rimasta nello scoprire chi fossero luoghi e abitanti dell’altro Vetto. "Se oggi mio padre fosse stato con noi sarebbe molto felice", ha spiegato il professor Masa. Stupore da parte della delegazione dei venti Vetto-Lanzaresi nello scoprire che i vettesi reggiani, a loro volta, fossero da tempo incuriosito dall’esistenza di un’altra Vetto grazie alle cartoline omonime in vendita su eBay.

Oltre al tradizionale scambio di doni e gagliardetti, il consueto gemellaggio servirà per mettere a confronto limiti e opportunità dei diversi paesi. In particolare Vetto di Lanzada, paese a 1000 mslm, è rinomata per la produzione di bresaola e dei formaggi Casera e Bitto.

 

 

Articolo precedenteGiornalisti dall’Italia a Castelnovo per la formazione
Articolo successivoSi va ad Illingen per fare festa coi “gemelli” tedeschi

1 commento

  1. Vorremo sottolineare inoltre che oltre al sindaco Fabio Ruffini e all’amministrazione gli amici di Vetto sono stati accompagnati in questa breve visita dalla Pro loco di Vetto e hanno avuto l’opportunità di incontrare le altre associazioni vettesi: Pubblica assistenza, Protezione civile, Alpini e Canoa club. Si ringraziano anche gli amici di Gottano che ci hanno accolto con grande entusiasmo e tutti coloro che hanno collaborato per la riuscita di questa bellissima iniziativa!

    (Pro loco Vetto)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.