Home Società Un invito dalle Caritas della montagna: parliamo di profughi

Un invito dalle Caritas della montagna: parliamo di profughi

14
6

caritasLe Caritas parrocchiali della montagna invitano a partecipare alla iniziativa di mercoledì 3 giugno ore 20,45 presso la sala del Consiglio comunale di Castelnovo ne' Monti.

Il tema è: "Profughi: li accogliamo... e poi?".

Don Romano Zanni, vicario episcopale per la carità e le missioni, introdurrà l'incontro e sono previsti interventi di Valerio Corghi della Caritas diocesana e di Tommaso Menozzi coordinatore dell'accoglienza per la Coop. L'Ovile.

Alcuni profughi ospiti del territorio porteranno la loro testimonianza.

6 COMMENTS

    • Signor Bucci, Matteo Salvini evidenzia con la sua preziosissima azione politica che sono gli italiani ad essere al primo posto per gli aiuti, cioè gli italiani in difficoltà e che le invasioni non sono segnale di una politica mentalmente sana. Sul Vangelo c’è scritto “ama il prossimo tuo come te stesso” e non ” più di te stesso”. Se se la sente cominci lei a dimostrare che Salvini è in errore, per esempio offrendo ai migranti un pasto quotidiano a casa sua.

      (Una montanara)

      • Firma - Unamontanara
  1. L’intento delle Caritas della montagna è quello di conoscere il fenomeno, in quanto in televisione e sui giornali si sentono le notizie più disparate e contrastanti. Ne parliamo con chi si occupa di questo problema (Caritas reggiana e Coop. Ovile che gestisce gli arrivi in provincia) senza strumentalizzazioni politiche, per cercare di capire cosa sta avvenendo realmente.

    (Domenico Dolci)

    • Firma - dolcidomenico
  2. Senza polemiche, quello che sta succedendo è chiaro, anzi chiarissimo. Siamo vittime di una invasione incontrollabile e selvaggia da parte di popoli che hanno semplicemente deciso di venire in Europa senza un lavoro, un’autorizzazione, un invito e una ragione. Sono perfettamente consapevoli che qualcuno si occuperà di loro in modo totale e quindi questo esodo non avrà fine. Ci stiamo tirando in casa terroristi, persone che non si integrano con niente e nessuno, anzi pretendono che siano gli altri (anche a casa loro) ad adeguarsi ai loro modi di vita e alla loro cultura. che dire? La Caritas ha un cuore grande e ne do merito, per me stiamo facendo degli errori gravissimi, che peseranno sulle generazioni future.

    (Giovanni)

    • Firma - Giovanni