Colori e danze in una Francia bohemien

29

E come ormai consuetudine degli ultimi anni, per poter portare sul palco il lavoro di tutte le discipline, la direzione ha deciso di mettere in piedi un altro musical, quest’anno un po’ surreale ed anticonvenzionale ambientato nella Francia bohemien di fine 1800. Per tre serate e due mattine il pubblico che si è recato al Teatro Bismantova ha potuto assistere ad una vera e propria esplosione di energia e colori.

Decine di ragazze e ragazzi hanno ballato, recitato, cantato ed hanno fatto appassionare, esaltare e saltare sulle sedie al ritmo di travolgenti canzoni (cantate dal vivo) tra le più famose dalla storia del pop mondiale degli ultimi 20 anni. Negli anni, la bravura dei ragazzi e la professionalità degli insegnanti è sempre andata migliorando e la cosa è saltata subito agli occhi e alle orecchie. Dalla platea si è respirata un’atmosfera diversa: infatti ormai sembra di essere davanti ad un gruppo di professionisti e non più di ragazzi di montagna che si divertono a ballare e recitare per hobby.

Sicuramente questo risultato è stato possibile grazie al loro grande impegno, all’amicizia, all’affetto che ha legato tutto il gruppo e alla bravura degli insegnanti che li hanno preparati (per la danza moderna, contemporanea ed hip-hop Luca Quercioli, per il canto Oriana Riccò e per il teatro Francesca Bianchi il tutto coordinato dalla energica presidentessa Valerie Ferrari). Una menzione particolare alle scoppiettanti e coloratissime coreografie e scenografie piene di colori caldi, ai cantanti che hanno cantato dal vivo, alle ballerine sempre impeccabili ed agli attori sempre simpatici ed emozionanti insomma a tutti! Chi ha assistito per anche più di una serata spera in una prossima rappresentazione perché la voglia di rivivere l’energia vissuta in sala è ancora tanta, a chi non è riuscito a venire in queste giornate appena passate consiglio di stare attento perché forse prima d’autunno i ragazzi della scuola saranno ancora in scena con “Moulin Rouge”.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Ringrazio molto Redacon per la pubblicazione di queste parole con gallery annessa. Mi fa piacere dare un po’ di visibilità a queste ragazze e ragazzi che tanto si sono impegnati per la realizzazione di questo spettacolo, impegno portato avanti con tenacia, nonostante le scadenze scolastiche. Ho visto che sulla stessa pagina è raccontato un altro saggio quello del Centro Danza Appennino. Che dire, belle realtà! Dobbiamo solo essere felici e fieri di avere due belle scuole che danno la possibilità a tanti giovani di praticare attività legate alla danza e al teatro. Io spero che sempre più ragazze e anche ragazzi si avvicinino a queste discipline che distolgono dai brutti pensieri e fanno tanto bene all’anima.

    (Lorena)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48