Una svolta ai “Martedì” alla Cantoniera

I Martedì con Gusto alla Cantoniera mettono ancora una volta in scena la storia, questa volta recente, presentando il 4 agosto alle 21 “C'era una svolta. 1956-1960 il Pci di Reggio Emilia e la dura sfida del cambiamento" di Nando Rinaldi. A introdurre la ponderosa ricerca del direttore di Istoreco sarà il direttore dell’archivio del Tempo Presente, Massimo Storchi: le sue lezioni di storia sono da sempre un appuntamento fisso dei Martedì con gusto alla Cantoniera organizzati da Giovanna Caroli per il Comune di Casina.

Il volume pubblicato da TM edizioni affonda le sue radici nella tesi di laurea in Scienze della cultura all'Università di Modena e Reggio su "La conferenza regionale del Pci, Bologna 1959 - Le sue ricadute sulla Federazione provinciale di Reggio Emilia".  Sulla copertina una foto della delegazione reggiana al IX Congresso nazionale che si svolse a Roma dal 30 gennaio al 4 febbraio 1960 con al centro una giovane Nilde Iotti.

La ricerca muove da un anno strategico, il 1956: l’anno del XX Congresso del Pcus in cui Krusciov denuncia i crimini di Stalin, dell'invasione sovietica in Ungheria, della rivolta polacca di Poznan. In Italia si tiene l'VIII Congresso del Pci "per una via italiana al socialismo: inizia anche in ambito locale un periodo di fermenti e di serrato confronto che sfoceranno in conferenze e assemblee provinciali e regionali. Partito alla ricerca della svolta, lo studio scopre anche la continuità, il riposizionamento strategico più che il cambiamento radicale e specificità tutte reggiane legate a fatti come il rapporto con l'eredità del socialismo riformista di inizio novecento, la vicenda di Valdo Magnani dopo la drammatica espulsione del 1951, la crisi delle Officine Reggiane, il difficile rapporto del gruppo dirigente con Nilde Iotti.

La fonte principale è l'archivio storico del Pci reggiano, la serie dei verbali del Comitato federale e dei Congressi provinciali, poi i materiali dell'archivio regionale del Pci: un rigore che nulla toglie alla leggibilità del testo.

Nando Rinaldi, 35 anni, presidente del Consiglio comunale dal 2005 al 2009 è oggi direttore di Istoreco.

Massimo Storchi, responsabile del polo archivistico di Reggio Emilia, è autore di numerosi libri sul periodo fascista, sulla Resistenza e sul dopoguerra a Reggio Emilia

La degustazione è curata dal Ristopizza La Crepa con vini scelti da Afro Torri.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48