Querelle Carpineti-Sassuolo calcio / “Il clima ha rovinato il manto erboso”

Rossi

Enrico Rossi

L’amministrazione comunale di Carpineti interviene sul rientro anticipato del Sassuolo calcio dal ritiro a Carpineti, dovuto a condizioni non perfette dei campi da calcio, su cui ieri s'è registrato un intervento piuttosto critico della minoranza.

All’indomani dell’accordo che ha visto la primavera sostituire la prima squadra del Sassuolo, l’amministrazione comunale si è messa all’opera per determinare le cause che hanno portato i campi sportivi a deteriorarsi parzialmente.

Fatte le dovute indagini e verifiche in tempi stretti, sono stati confermati i fattori che, fin da subito, erano individuati dall’assessore allo sport Enrico Rossi.

"Occorre fare un passo indietro - scrivono dal Municipio - e ricordare che da alcuni anni il Sassuolo calcio, in accordo con la società che gestisce i campi sportivi, invia un proprio incaricato per la valutazione del terreno. E per predisporre ed eventuali opere di pronto intervento del manto erboso dei campi utilizzati per la preparazione atletica. Anche quest’anno un delegato del Sassuolo calcio ha fatto un sopralluogo e indicato gli interventi che riteneva opportuni per garantire una situazione ottimale. Interventi che sono stati eseguiti da una ditta di sua fiducia".

Risultato? "I risultati diversi e meno qualitativi rispetto agli anni precedenti sono da ricercarsi in una diversa condizione climatica, amplificata dalla particolare collocazione dei campi. Questo secondo la relazione di un agronomo incaricato alla ricerca delle cause che hanno compromesso la qualità del manto erboso".

"L’esperto ha spiegato che la scarsa circolazione dell’aria e il mantenimento della temperatura sopra i 20 gradi notturni, associato ad altri elementi tra cui il raggiungimento dei 37 gradi diurni, hanno costituito un mix di elementi che, in modo repentino, hanno decisamente rovinato il manto erboso, generando un’abnorme prolificazione delle infestanti che hanno soppiantato l’erba nobile. Come ben sanno coloro che si occupano di agricoltura, un processo vegetativo in atto non è facilmente modificabile in tempi brevi, soprattutto nel periodo estivo".

Nel prossimo consiglio comunale la giunta di Carpineti risponderà ad un’nterrogazione del gruppo "Bene comune per Carpineti" ed illustrerà con dovizia di particolari situazioni, fatti e accordi assunti con l’Ac Carpineti, il Sassuolo e l’agronomo che ha curato la relazione tecnica sui campi da calcio di Carpineti riferita al luglio 2015.

* * *

Correlati:

Questione Carpineti e Sassuolo calcio / La minoranza risponde all’assessore Rossi dicendosi “sorpresa” (8 agosto 2015)

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

4 Commenti

  1. Non per assolvere l’Amministrazione da eventuali responsabilità, ma ora, a differenza degli anni passati, i nostri amministratori rispondono con sollecitudine alle domande ed alle critiche, rendendoci quantomeno partecipi della vita del nostro Comune! Complimenti ragazzi!

    (Stefano)

    Rispondi
  2. Domanda: ma solo a Carpineti ha fatto cosi caldo? Mi sembra che il Sassuolo calcio abbia anche fatto una capatina a Casina per vedere il campo ed era ok, il campo del centro Coni che ha ospitato la finale del torneo della montagna mi sembrava a posto, forse solo a Carpineti c’è stato un caldo anormale.

    (Gc)

    Rispondi
    • Direi che il nostro campo di Carpineti non sia in condizioni diverse dagli altri campi, da noi si è giocato il Torneo della Montagna e non dimentichiamoci che anche il Sassuolo Primavera ci ha giocato senza problemi. Il caldo ha “semplicemente” compromesso ovunque, nella nostra montagna, quella eccellenza necessaria per la serie A che, se fosse stata trovata in campi limitrofi, si sarebbe sfruttata per non mandare via il Sassuolo di serie A dal nostro Appennino.

      (Pro Carpineti)

      Rispondi
  3. Si ha la sensazione che la giunta, più precisamente l’assessore Rossi, si stia arrampicando su per gli specchi per scagionarsi da tutte le responsabilità e fino a qui ci può stare, ma non prendiamoci in giro. Forse sfugge il fatto che i giocatori del Torneo della montagna e i giovani del Sassuolo calcio non costano come i professionisti di serie A, quindi va da sè che una squadra di serie A non abbia nessuna intenzione di rischiare fratture, distorsioni o strappi ali legamenti causa il dissesto del campo. Poi corre voce che qualche consulente del Sassuolo abbia visitato alcuni campi dei comuni limitrofi e li abbia trovati molto meglio del campo di Carpineti, almeno queste sono le voci che circolano per Sassuolo; risulta che la squadra giovanile sia rimasta solo per non penalizzare l’albergo che li ospitava, gesto molto professionale. A me pare chiaro che a Carpineti si sia pensato di far giocare altre partite senza preoccuparsi delle diversità di valori in campo. Assessore Rossi, mi permetta una domanda: Lei dice o le hanno detto che nei campi di Carpineti circola poca aria, ma come fanno negli stadi di serie A che sono degli autentici catini e di aria ne gira sicuramente meno? Non le pare una scusa un po’ discutibile? Sono convinto che ammettere umilmente le proprie responsabilità renda molto più apprezzabile che fare lunghe giravolte per respingerle!

    (Giorgio)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48