Fiera di San Michele: i panificatori dell’Appennino reggiano di Cna scendono in piazza con la festa del pane AGGIORNAMENTO seminario etichettatura alimentare dei fornai CNA

PaneCon la fiera di San Michele, da sabato 26 a lunedì 28 settembre, torna a Castelnovo ne' Monti anche la festa del pane artigianale dei fornai di CNA Reggio Emilia, giunta alla sua 26^ edizione. I panificatori dell’Appennino reggiano, il gruppo di fornai artigiani storici della montagna reggiana associati a CNA Alimentare, delizieranno i visitatori con la consueta degustazione e vendita dei prodotti da forno, da pane, a gnocco, pizza e torte caserecce, da quella di tagliatelle a quella di limone o cioccolato, dalle crostate alla ciambella.

“Siamo orgogliosi di affrontare ogni anno – spiega Romeo Ferrari, presidente provinciale CNA Area Montagna – con rinnovato spirito di partecipazione la festa del pane artigianale. Si tratta di una manifestazione che grazie alla rete tra panificatori, CNA, associazioni di volontariato e comune di Castelnovo, è sempre più rappresentativa della qualità dei nostri prodotti e quest’anno, in concomitanza con Expo 2015, siamo ancora più orgogliosi di mostrare e far gustare al mondo intero le eccellenze gastronomiche del territorio. Ci aspettiamo, pertanto, una fiera ancora più partecipata e porteremo il pane della montagna direttamente a Milano nella piazzetta di Expo il prossimo 13 ottobre con un’iniziativa per grandi e piccini in collaborazione con la scuola Steiner Waldorf e l’istituto comprensivo Lepido”.

“Lo scopo dell’iniziativa CNA - aggiunge Laisa Rinaldi, presidente CNA Alimentare – è valorizzare il territorio attraverso la promozione di un prodotto di assoluta eccellenza come il pane. La filiera gastronomica può essere la chiave di volta per il rilancio dell’economia locale, con importanti ripercussioni a cascata anche su altri settori come il turismo e la ristorazione. Siamo contenti di essere riusciti a sensibilizzare fornai, sponsor e volontari sempre più numerosi da tutta la provincia”.

Ecco l’elenco dei forni che partecipano allo stand: il forno pasticceria F.lli Gualtieri di Carpineti, il forno di Marola di Incerti Fabrizio, il forno Monticelli Ugo di Toano, il forno pasticceria Simonazzi Enzo snc di Castelnovo ne’ Monti, il panificio Campari sas di Castelnovo ne’ Monti, il forno Giberti di Lamberti Paolo di Carpineti e il panificio Dallari F.lli di Valestra. E con la collaborazione del forno pasticceria Magliani Mirco di Ligonchio, forno Gaspari di Gaspari Michela di Civago e il forno Ruffini Rino di Vetto.

A contribuire all’iniziativa sono diciannove imprese di tutta la provincia: Ferrari Romeo snc, Bertoletti Legnami, R.A.F. snc, Sanavit, Sid Emilia, Galleria 75, Sironi Uomo, Zannini Roberto, La Castelnovese Trasporti, F.lli Costi Snc e la Moda in forma di Castelnovo ne’ Monti; Progeo Molini di Masone; Prampolini srl e Acque Minerali Del Rio di Felina; Nf di Neri Angelo di Reggio Emilia; Dolcelinea di San Polo Torrile (PR); Borghi Viaggi di Vetto; C.M Elettroimpianti e Bertoia Giancarlo di Villa Minozzo.

Lo stand CNA avrà come sempre anche una funzione sociale in quanto devolverà il ricavato delle vendite alle associazioni “Il cuore della Montagna” e “Famiglie Cerebrolesi” (Fa.Ce.).

Aggiornamento  25 settembre

Dopo aver insegnato i segreti della panificazione con le lezioni di paneterapia per grandi e piccini, i Panificatori dell’Appennino reggiano tornano alla Fiera di San Michele con un incontro informativo gratuito sabato 26 settembre alle 15.30 presso lo stand CNA in Piazza Gramsci per spiegare come leggere correttamente le etichette dei prodotti da forno, fare corrette scelte alimentari ed evitare le sorprese indesiderate a tavola.

“Il profumo del pane appena sfornato non è garanzia di pane fresco!” è il commento di Laisa Rinaldi, presidente provinciale CNA Alimentare. “Per capire le differenze tra le diverse tipologie di farina e di lievitazione e soprattutto riuscire a distinguere all’interno della grande distribuzione il pane fresco artigianale dal pane precotto e decongelato, è necessaria una corretta educazione alimentare”.

“Scopo del nostro incontro – aggiunge la Presidente di CNA Alimentare - è proprio dare al consumatore dei consigli pratici su come leggere le etichette per fare le scelte più giuste da un punto di vista nutrizionale e salutistico. La normativa sull’etichettatura dei prodotti alimentari è in fase evolutiva e a dicembre 2016 entreranno in vigore le etichette nutrizionali, uno strumento in più per il consumatore per fare scelte consapevoli”.

I visitatori della fiera troveranno quindi presso lo stand CNA non solo pane, gnocco, pizza e torte caserecce, ma anche artigiani sapienti che sanno mettere la grande passione per il proprio lavoro al servizio dei consumatori. Senza dimenticare la solidarietà, in quanto il ricavato delle vendite alle associazioni “Il cuore della Montagna” e “Famiglie Cerebrolesi” (Fa.Ce.).

Un motivo in più per fare tappa allo stand del grande forno CNA.

“La Festa del pane – conclude Romeo Ferrari, presidente provinciale CNA Area Montagna – è diventato un appuntamento imperdibile e molto atteso durante la Fiera di San Michele. Ogni anno CNA cerca di proporre un valore aggiunto alla sua presenza in Fiera e di valorizzare non solo un prodotto d’eccellenza come il pane della montagna ma anche un mestiere antichissimo, quello del fornaio, simbolo dell’artigianato e delle antiche tradizioni da preservare”.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48