Pulisci il paese e non paghi i rifiuti. Approvato il servizio di volontariato civico e cittadinanza attiva

Luigi Fiocchi - sindaco di Villa Minozzo

Luigi Fiocchi - sindaco di Villa Minozzo

Villa Minozzo. “Pulisci il paese e non paghi i rifiuti”: è questo lo spirito della proposta lanciata dal Comune. “Tale opportunità - afferma con soddisfazione il sindaco Luigi Fiocchi -  è stata resa possibile grazie alla recente creazione del servizio di volontariato civico - cittadinanza attiva, approvato all’unanimità dal consiglio comunale”.

Spiega il primo cittadino: “I residenti nel villaminozzese, o che qui possiedono una casa, interessati allo svolgimento di attività di cura e manutenzione del territorio e di valorizzazione delle comunità locali, possono presentare domanda d’iscrizione ad un apposito albo, da poco istituito. Per coloro che eserciteranno adeguatamente le attività concordate è prevista, per il prossimo anno, una riduzione della tassa rifiuti (Tari) sulle utenze domestiche, fino ad un massimo del cento per cento, da definirsi in base al lavoro svolto”.

All’albo della cittadinanza attiva possono anche iscriversi le associazioni, i gruppi sportivi e le pro loco. “In questo caso - continua Fiocchi -  la riduzione o l’esenzione dei tributi può essere sostituita con forme di contribuzione corrispondenti ai servizi svolti dagli associati”.

La sede municipale di Villa Minozzo

La sede municipale di Villa Minozzo

Sottolinea poi il sindaco: “La stesura del progetto è avvenuta soprattutto grazie alla collaborazione spontanea e gratuita di un nostro concittadino, Paolo Ghelfi (coadiuvato da Andrea Binelli, assessore ai tributi), che con la sua esperienza e competenza ci ha permesso di realizzare uno strumento efficace e di qualità. Il suo prezioso lavoro (che si inserisce in un impegno culturale e civico più ampio a favore della nostra realtà locale) ben si addice alla natura del servizio di volontariato attivo, il cui ambito d’intervento non riguarda solo la gestione e la cura del territorio (come la pulizia di spazi pubblici e la manutenzione del verde: parchi, giardini, sentieri, cimiteri), ma anche la cura di edifici pubblici, nonché prestazioni d’opera d’interesse sociale, come l’accoglienza prescolastica, l’accompagnamento e la sorveglianza dei bambini sugli scuolabus, l’apertura della biblioteca, le informazioni turistiche e altre cose socialmente utili”.

Le domande dovranno essere preferibilmente presentate entro il 10 gennaio prossimo. “Questo servizio - conclude il sindaco - rappresenta un contributo concreto al benessere della collettività ed ha l’obiettivo di radicare forme virtuose di cooperazione. Rafforza inoltre il rapporto di fiducia con l’ente locale e fra le persone, rendendole protagoniste delle realtà territoriali e dello sviluppo locale. Accresce infine la coscienza civica. Lo riteniamo, insomma, un ottimo provvedimento”.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

21 Commenti

  1. Questa è una iniziativa così bella ed interessante che esporterei non solo in tutta Italia, ma addirittura in Europa. Meravigliosi e genialissimi montanari.

    (Ilde Rosati)

    Rispondi
  2. Il mio plauso all’amministrazione di Villa Minozzo… e rimpiango la non avvenuta fusione con Toano.

    (Magister)

    Rispondi
  3. Finalmente un progetto concreto ed innovativo che apprezzerei anche nel mio comune (Castelnovo ne’ Monti). Complimenti!

    (Alessandro)

    Rispondi
  4. Io da quando abito in don Pasquino Borghi n. 17 pulisco sempre i parcheggi di fianco a casa e dietro. Mi sono sempre chiesta se ognuno di noi tenesse pulito e curata l’erba la nostra Villa Minozzo sarebbe bellissima, curata come in trentino. E’ meraviglioso, non c’è una carta per terra, il verde in ordine sarebbe bello.

    (Fiocchi Stefania)

    Rispondi
  5. Semplicemente hanno utilizzato il “baratto amministrativo” previsto all’interno dello sblocca Italia, cosa che potrebbero (o dovrebbero) fare tutti i sindaci vista l’impossibilità, causa crisi, di riscuotere tutte le imposte locali. Si avrà così almeno un tornaconto sul territorio in fatto di decoro urbano.

    (Un montanaro)

    Rispondi
  6. Mamma mia! Santifichiamo Fiocchi e Binelli e Gandolfi! Bella idea ma nulla di inventato! Governi Renzi (grazie per esserci): “Sblocca Italia”.

    (Deborah)

    Rispondi
    • Una buona la fanno tutti ma meno male che qualcuno che è felice del governo Renzi e del suo operato esiste. Quello che non capisco, però, è se si tratta di persone esenti da tasse o se si tratta di masochisti. Legga attentamente lo “Sblocca Italia” e forse qualche dubbio le verrà…

      (Antonio Manini)

      Rispondi
  7. Ottima iniziativa! Per il Sig. Alessandro, anche a Castelnovo ne’ Monti è stata approvata la mozione sul “baratto amministrativo” che permette a chi impossibilitato a pagare gli imposti di compensare il comune con prestazioni di servizio di pubblica utilità (http://www.redacon.it/2015/10/07/anche-a-castelnovo-ne-monti-il-baratto-amministrativo/).

    (Genitoni Massimiliano, portavoce M5S Castelnovo ne’ Monti)

    Rispondi
    • Grazie della precisazione, ma da quello che si legge pare che a Villa sia data la possibilità a tutti di scontare le proprie tasse con lavori utili e non solo a quelli con redditi bassissimi.

      (Alessandro)

      Rispondi
  8. Complimenti al sindaco e al Consiglio comunale. Spero che il baratto possiate estenderlo e attivarlo anche al sociale oltre che all’ambiente. Fatti e non solo “bla-bla”… bravi!

    (Mirca Gabrini)

    Rispondi
  9. È una buona cosa. Abbiamo bisogno di queste iniziative sia per il risultato che per sensibilizzare le persone. Mi auguro che chi aderirà all’iniziativa faccia le cose per bene. Complimenti!

    (Fabrizia)

    Rispondi
  10. Ottima iniziativa, complimenti al sindaco di Villa Minozzo. A Castelnovo sarà anche applicato, non conosciamo in quale ambito… Di certo non è stato applicato nella sorveglianza della scolaresca del “Cattaneo” all’uscita da scuola. Molte chiacchiere… zero sostanza.

    (Laura M.Z.)

    Rispondi
    • A Castelnovo ne’ Monti si sono impegnati il sindaco e la giunta a: definire un regolamento comunale che introduca la possibilità del “baratto amministrativo” inerente la collaborazione tra cittadini e amministrazione e che ne definisca i criteri, le modalità e le reciproche garanzie. Le attività individuate, a titolo esemplificativo, possono essere indicate tra quelle relative a: manutenzione ordinaria, pulizia e vigilanza dei parchi, giardini ed aiuole e dei luoghi pubblici, assistenza alle scolaresche, sgombero neve, ecc. Il sistema di calcolo del valore economico delle ore di lavoro svolte potrà essere attuato in funzione del tipo di incarico e del relativo costo orario.

      (Genitoni Massimiliano, portavoce M5S Castelnovo ne’ Monti)

      Rispondi
  11. Ottima iniziativa. Il baratto amministrativo è stato approvato anche a Toano seppure con qualche perplessità da parte della maggioranza, qui sembra si sia addirittura andati oltre e questo è bene, tutte le sinergie che vanno incontro ai cittadini ed al territorio vanno sostenute poi se son rose fioriranno…

    (Antonio Manini)

    Rispondi
  12. Grandissima lungimiranza dell’amministrazione villaminozzese. Bravissimi, complimenti. Quando l’intelligenza è messa al servizio della collettività.

    (Fabio Mammi)

    Rispondi
  13. Ringraziando per il riscontro positivo, vorrei precisare che l’elenco di mansioni funzionali all’ottenimento del beneficio è assolutamente aperto e comprende attività che abbracciano anche il settore sociale. All’amministrazione spetta quindi il compito di indirizzare ed organizzare gli aderenti, nel rispetto delle singole necessità, verso le priorità riscontrate sul territorio.

    (Andrea Binelli)

    Rispondi
  14. Ottimo lavoro, grandi! Continuate a lavorare così… Bravissimi e grazie.

    (Maria)

    Rispondi
  15. Mi permetto di dire una cosa fuori dal coro… Se una buona parte dei cittadini si iscrivessero a questo albo e quindi non pagassero la tariffa, dove reperire in comune i soldi per pagare la raccolta/smaltimento rifiuti? Che comunque ci sarà lo stesso…

    (Romano)

    Rispondi
  16. Buona sera, dove si trovano i moduli? Idea superlativa da esportare, bisogna superare le gufate e le cassandre.

    (Barbolini Claudio)

    Rispondi
  17. Ottima iniziativa, speriamo che altri comuni ne seguano l’esempio. Complimenti a tutta la giunta comunale!

    (Il Grillo Parlante)

    Rispondi
  18. Finalmente possiamo partecipare attivamente a prenderci “cura” del nostro paese.

    (Manuela Messori)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48