Cybertruffa del “Bimby” nel reggiano, 30enne denunciato dai Carabinieri

Truffa on lineGrazie al numero telefonico associato ad un annuncio trappola, una carta prepagata dove ricevere i soldi e la giusta dose di sfrontatezza, dalla capitale un pregiudicato 30enne si è insidiato nei siti di compravendita più cliccati piazzando annunci trattanti la vendita di "Bimby", il rivoluzionario robot che ogni donna desidera avere in cucina.

Le trattative correvano via telefono e quando sulla carta prepagata veniva accreditato il corrispettivo dovuto il gioco era fatto in quanto alla vendita non corrispondeva la spedizione del robot da cucina.

Quando l'acquirente lamentava il ritardo l’astuto truffatore spariva nel nulla. Un vera e proprio truffatore il 30enne romano identificato dai Carabinieri di Villa Minozzo, che l’hanno denunciato alla Procura di Reggio Emilia per il reato di truffa.

La vittima, un 50enne reggiano, ha risposto ad un annuncio su un sito di e-commerce acquistando un "Bimby" usato del valore di circa 300 euro che ha versato tramite bonifico per poi scoprire di essere raggirato allorquando non ha ricevuto il robot da cucina acquistato.

Realizzato di essere rimasto vittima di un raggiro, l’uomo si è presentato ai carabinieri villaminozzesi formalizzando la denuncia per truffa. Dopo una serie di riscontri tra il numero di telefono e la mail associati all’inserzione, l’IP del computer utilizzato per l’annuncio trappola e la carta prepagata dove erano stati versati i soldi, i militari concentravano le attenzioni investigative sull’odierno indagato, nei cui confronti venivano acquisiti una serie di incontrovertibili elementi di responsabilità per il reato di truffa per la cui ipotesi di reato veniva quindi denunciato.

Per il 50enne reggiano, che intendeva fare un regalo alla moglie, la possibilità ora di essere ora risarcito in sede penale a conclusione dell’iter processuale, mentre per il truffatore romano la consapevolezza di aver l'attenzione rivolta nei suoi confronti dai Carabinieri, che intendono far luce sull'eventuale giro d'affari truffaldino dell’uomo, che con le stesse modalità risulta aver raggirato altre persone in tutt’Italia.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48