Home Società La casa editrice Linee Infinite presenta: “La natura lenta dei tuoi...

La casa editrice Linee Infinite presenta: “La natura lenta dei tuoi sospiri” di Elisabetta Paroli

3
1
Elisabetta Paroli
Elisabetta Paroli

Elisabetta Paroli è nata nel novembre del 1981 a Castelnovo ne’ Monti e vive a Villa Minozzo. Moglie e madre a tempo pieno, ha vissuto in montagna tutti i suoi trentatre anni, sviluppando un amore smisurato per la sua terra, l’Appennino Tosco Emiliano e la natura in genere. L’amore per la lettura e la scrittura creativa l’ha portata a cimentarsi nella stesura del suo primo romanzo, ‘La natura lenta dei tuoi sospiri’.

Due parole con l’autrice:

Una storia di destini incrociati: Da cosa nasce l’idea del libro?

Il libro è nato da un bisogno di scrivere, probabilmente neanche troppo cosciente, come se questa cosa mi covasse dentro da una vita, ed è avvenuto tutto naturalmente. Il racconto ha cominciato a prendere vita in maniera autonoma senza quasi che me ne rendessi conto, ha iniziato a camminare con le proprie gambe sul foglio, come gi stessi protagonisti. Mi stuzzicava l’idea, poi, di far esprimere ai quattro protagonisti i propri pensieri in un capitolo dedicato ad ognuno di loro di volta in volta, eviscerando la loro complessa psicologia. Mi ha dato l’opportunità di addentrarmi al meglio nella storia, di vivacizzare un po’ la trama e di poter incuriosire il lettore facendolo immedesimare appieno.

Sullo sfondo l’Appennino Tosco Emiliano. Quanto sei legata a questa ambientazione?

Moltissimo. Ho vissuto i miei trentaquattro anni qui, in Appennino, e mi scopro sempre a dirlo con grande orgoglio. Amo questa terra in maniera viscerale, non vivrei mai in nessun’altro posto. Amo le estati stellate e gli inverni nevosi, le primavere verdi e fiorite, gli autunni brillanti di pioggia e foglie colorate, la pace e l’intimità e la malinconica dolcezza di questi posti. E gli abitanti, che sfidano la vita e il destino e cocciutamente continuano a popolare queste montagne decisamente suggestive, ma anche tanto scomode. Piccoli e grandi eroi moderni.

Perché hai sentito l’esigenza di scrivere questo libro ? Quanto c’è di te in questo testo?

Credo che l’esigenza di scrivere sia nata in un periodo in cui necessitavo dell’affermazione di me stessa come donna, oltre che come mamma: quando iniziai a scrivere, infatti il mio bambino

Samuele aveva due anni. Lo facevo nei ritagli di tempo all’inizio, per rilassarmi. Di conseguenza, c’è molto di me nel testo, e, anche se la trama non è per nulla autobiografica, ci sono io nei paesaggi e in tutti i personaggi: in ognuno di loro sono presenti caratteristiche della mia personalità, in alcuni solo sfumature, ma sempre mie.

Quale ruolo hanno i personaggi all’interno del libro? Quanto è importante per te parlare della realtà, della tua realtà?

Ognuno dei personaggi ha un ruolo ben definito all’interno della storia; rappresentano le infinite sfaccettature dell’animo umano. Ho voluto (ho cercato, spero di esserci riuscita) rappresentare personalità estremamente differenti, congiungendole in un unico romanzo, sperando che i lettori possano immedesimarsi chi in un personaggio, chi nell’altro, cosa per me molto importante per gustare a pieno tutte le emozioni del racconto.

Quali sono i tuoi riferimenti letterari e quali sono le tue letture preferite?

Amo particolarmente letture di genere sentimentale, e tutto quello che vi gira intorno. Posso tranquillamente affermare che il mio scrittore preferito è Andrea De Carlo, di cui apprezzo lo stile letterario, poi Paulo Coelho e Alessandro Baricco.

Cosa chiedi ai tuoi lettori? E cosa pensi possano chiedere loro a te come autrice?

Ai miei lettori vorrei chiedere di provare a focalizzare tutte le forme d’amore presenti nel romanzo, e soprattutto provare ad immaginarsi davvero lì, in quel paesino incantato, come se fossero uno dei protagonisti. Non so cosa potrebbero chiedermi; la mia massima aspirazione sarebbe che mi chiedessero di scrivere ancora. E allora lì saprei di aver raggiunto il mio obiettivo.

Cosa ti aspetti da questa avventura editoriale?

Mi aspetto un’esperienza ricca di emozioni, soddisfazioni personali, incontri interessanti. E tutto questo sta già avvenendo, quindi non posso che essere estremamente grata a Linee Infinite e l’editore Simone Draghetti per aver scommesso su di me!

La natura lenta dei tuoi sospiri di Elisabetta Paroli
La natura lenta dei tuoi sospiri di Elisabetta Paroli

Il libro:

Un semplice incontro, come tanti, in una fresca e assolata mattina di Maggio. Invischiate d’un tratto in questo semplice incontro, quattro persone, ognuna di loro con un bagaglio pesante da portarsi dentro. Da sfondo, un paesino incantato di quelli un po’ dispersi, all’ombra di silenziose montagne, complici. Il destino, sommo colpevole del suddetto incontro, che tesse le trame lente ma precise della loro storia facendoli incontrare e scontrare, facendo emergere debolezze e insoddisfazioni, e che (forse) li renderà coraggiosi e liberi e capaci di fronteggiare gli istinti latenti, quelli più nascosti. E da lì, da quel semplice incontro che non è poi tanto semplice, prende forma uno strano intreccio di vite e emozioni turbolente, passioni al limite dell’ossessione, amori vani, difficoltosi, o addirittura... impossibili? E da lì, da un esile spicchio di tempo che è una calda, imprevedibile estate, che le loro vite verranno sezionate, rivoltate, buttate all’aria e poi ricomposte in una maniera che nessuno si sarebbe mai aspettato. E tutto questo da lì, da un semplice incontro. Sconvolgente.

ISBN - 978-88-6247-126-8 pag. 636 € 15,00

“Linee Infinite, scrivere insieme”:

La casa editrice Linee Infinite nasce dall’iniziativa di un gruppo di amici uniti dalla passione e dall'amore per i libri. Una passione che parla di poesia e di romanzi, ma che affianca l’interesse per i saggi e per l’informazione: in altre parole l’amore per le immagini poetiche e per la libera circolazione delle idee.

Condividere una passione significa collaborare affinché un sogno si realizzi. Per questo Linee Infinite va oltre il concetto tradizionale di casa editrice, in cui i ruoli sono gerarchici e le scelte sono fatte da pochi iniziati, per creare una nuova forma di processo creativo: la progettualità editoriale partecipativa.

Linee infinite si pone come una “famiglia editoriale”, una sorta di associazione di scrittori che, pur rispettando i processi tradizionali del prodotto, mira alla partecipazione corresponsabile di tutti gli attori al processo creativo, gestionale e promozionale del libro. Editori, editor ed autori lavorano insieme per realizzare l’opera che da tempo giace nel cassetto e fornirle quella opportunità che altrimenti sarebbe negata dai tradizionali canali distributivi. Lavorare insieme significa fare emergere il proprio talento, significa collaborare a progetti collettivi, significa aiutarsi reciprocamente affinché il proprio lavoro e quello degli altri autori venga conosciuto e apprezzato.

Un lavoro collettivo per un unico risultato: scrivere.

Linee Infinite è un progetto che vuole consentire a scrittori esordienti di entrare a far parte a tutti gli effetti del panorama letterario, mettendo in risalto le qualità degli autori e delle opere, senza dimenticare le inevitabili logiche del mercato, ma proponendosi come un’alternativa alla cultura omogeneizzante che segue sovente le sole regole del marketing e della scrittura creativa. Per intenderci: un mercato che segue l’opera e non un’opera che segue il mercato.

L'impegno assunto dalla casa editrice rientra quindi in un'ottica di valorizzazione dell'opera pubblicata tramite diverse forme di promozione e divulgazione, con un’attenzione particolare agli autori locali, affiancando quindi al mercato nazionale un forte radicamento al territorio, alla cultura regionale.

L’obbiettivo è di permettere alle idee di volare libere, di seguire quelle linee di percorso dell’animo umano che si perdono nell’infinito dei sentimenti e dei pensieri. Le linee infinite appunto. Per liberare le energie creative e poetiche che sono ancora nascoste nei cuori e nei cassetti. Per riunire uomini e donne che, come noi, condividono l'amore per la scrittura. Per scrivere insieme.

Per ulteriori informazioni: www.lineeinfinite.net

Distribuzione:

Tutti i libri di Linee Infinite possono essere ordinati sul sito della casa editrice, su inMondadori (www.inmondadori.it), su www.libreriauniversitaria .it, su www.ibs.it e scrivendo all'indirizzo commerciale@lineeinfinite .net.

 

Articolo precedenteIl fotoracconto della mostra sull’area Mab-Unesco inaugurata a Palazzo ducale
Articolo successivoDall’Australia a Felina a lezione di salami: i prodotti tipici e il loro ruolo nel marketing territoriale

1 commento

  1. Brava Betty. Il tuo libro l’ho già, da tempo, letto tutto e mi è piaciuto, anche se non fa parte del mio genere di lettura. Ho una certa età e pertanto la mia lettura verte su un genere più casareccio di storie antiche dei nostri posti o simili. Tuttavia, anche se i complimenti te li ho già fatti, ci vediamo infatti spesso, te li voglio fare nuovamente pubblicamente.

    (Gebo senior)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.