Col CAI Bismantova al Monte Altissimo di Nago (mt. 2079 Gruppo del Monte Baldo, Lago di Garda – TN)

Percorso escursionistico di medio impegno che regala molte soddisfazioni agli amanti della flora, dei panorami e della buona cucina. Il percorso si svolge principalmente su sentieri e su vecchie mulattiere militari e attraversa diverse postazioni della prima guerra mondiale, in parte visitabili.
Alla Bocca del Creer è possibile fare una deviazione e visitare la Riserva Naturale di Corna Piana.
Il livello d'interesse naturalistico di quest'area è molto alto.
Ritrovo e partenza: con auto proprie presso la sede del CAI di Castelnovo ne’ Monti alle ore 6.30, con passaggio dal casello autostradale di Carpi alle ore 7.30 e arrivo a San Giacomo alle 9.30
Itinerario
Dal parcheggio (1.200) si seguono le indicazioni del sentiero 622 per l'Altissimo, per arrivare sotto il Monte Campo (qui volendo si può fare una deviazione per visitare le postazioni sulla cima, a quota 1667). Si prosegue verso Malga Campo e si sale alla Bocca di Paltrane (1831), per continuare sulla dorsale nord-est verso la cima del Monte Altissimo di Nago, a quota 2079 metri. Sulla Cima, in particolare sull'anticima nord, dove sorge la chiesetta, si trova il settore fortificato dai soldati italiani. Ci sono diversi ingressi alle gallerie sotterrane, gallerie che erano tutte collegate tra loro e con l'osservatorio, le postazioni in caverna per le
mitragliatrici, le postazioni per i cannoncini antiaerei, le trincee e i camminamenti che circondavano tutto il perimetro.

Dopo aver ammirato il panorama sul Lago di Garda,sull'altopiano di Brentonico, sul Gruppo del Carega, i Lessini, le Alpi di Ledro e il Brenta, si scenderà al Rifugio Damiano Chiesa (q. 2060), per la meritata sosta per il pranzo al sacco (chi vorrà potrà però pranzare al Rifugio).

chiesa

Per il ritorno in discesa verso la Bocca del Creer si seguirà la strada sterrata con segnavia 633, che coincide con la strada militare della Prima Guerra Mondiale, nota come diramazione della Strada Graziani, anche conosciuta come strada Panoramica del Monte Baldo, che collega Caprino Veronese a Brentonico. Questa strada militare è stata costruita sul finire della Prima Guerra Mondiale per volere del Generale Graziani, comandante del settore. Per la costruzione furono impiegati anche i Legionari Cecoslovacchi che la chiamavano la strada per Praga.

Giunti alla Bocca del Creer, passando per i Prati di Pasna (1530), si continuerà lungo il 633 verso San Giacomo, dove l'arrivo è previsto per le 16.30

Dislivello: circa 915 metri, sia in salita che in discesa.
Durata: 5 ore, escluse le soste Difficoltà: E (escursionistico)

Verso le 17.00 dovremo essere pronti per ripartire alla volta dell’Emilia, con eventuale sosta per la cena lungo il percorso.

Abbigliamento per l’escursione: scarponi da escursionismo - pile o maglione - calzoni adeguati - giacca a vento –berretto di lana e occhiali da sole – guanti - borraccia - qualcosa da mangiare nello zaino – creme protettive –bastoncini.

Importante: Il programma descritto è di massima, e potrà subire delle variazioni, secondo il giudizio insindacabile del Direttore di escursione.

Non soci: possono partecipare anche le persone non iscritte al CAI. Volendo, si potrà attivare l'assicurazione CAI per l’intervento del Soccorso Alpino (€ 2,5) e contro gli infortuni (€ 6 o € 12, a seconda del tipo di massimale prescelto). In tal caso l'iscrizione dovrà avvenire entro il 31 maggio.

Per informazioni ed iscrizioni: Cecchi Enrico 335 7509856

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48