Escursione nelle terre matildiche: da Casina a Canossa

CanossaÈ stato tracciato e segnato dai volontari del Cai di Reggio Emilia e dagli amici della Campola di Ca di Ciuco e Ca di Paglia un nuovo sentiero che collega il sentiero 656A, che scende da Sordiglio e Bergogno, al Sentiero Matilde nei pressi del Castello di Canossa.

Questo percorso, che costeggia il Rio San Biagio, offre nuovi e inediti scorci sulla famosa Rupe matildica e permette di compiere un bellissimo giro ad anello partendo da Bergogno, ma anche da Ca Martini o da Canossa, percorrendo un buon tratto del sentiero naturalistico Lauro Bertani e lo storico Sentiero Matilde, toccando Cavandola, Mulino di Votigno e le misteriosi sorgenti del Pentoma.

Può anche essere accorciato deviando per Votigno. Il nuovo sentiero fa cerniera di collegamento tra i comuni di vocazione matildica: Vezzano, Canossa e Casina, permettendo al turista/escursionista una visione suggestiva delle terre della Gran Contessa. Nell’ambito della festa sarà ufficializzata la firma del protocollo di convenzione tra il Comune di Casina e la sezione Cai di Reggio Emilia per la manutenzione dei sentieri di Casina.

Programma:

Ore 8:00 Ritrovo a Puianello parcheggio di fronte alle Cantine.

Ore 8:45 Partenza a piedi da Bergogno

Ore 13:00 Ritorno a Bergogno

Ore 13.30 Pranzo a Bergogno organizzato dalla Pro Loco nell’ambito della locale “Festa del Pane”. Prenotazione per il pranzo obbligatoria, entro il 9 giugno. La manifestazione è aperta a tutti i gruppi. Ogni capogruppo è responsabile dei propri iscritti. I soci CAI sono sempre assicurati. Prenotazioni presso la segreteria del CAI a Reggio Emilia

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48