Addio a “Il Marchi”

Aniceto MarchiDa Milano se ne era tornato con quel simpato "Il" davanti al suo cognome. Se ne va a 72 anni, dopo una malattia, un personaggio molto noto nel toanese, ma anche oltre i confini dell'Appennino: Aniceto Marchi. Come altri montanari emigrati nella lontana Milano (dove aveva creato una ditta di promozione e design) era tornato tra le sue montagne, per lui che era nato a Manno di Toano.

Lascia la moglie Cosetta, la figlia Tania, fratelli, sorelle e nipoti.

"Diamo la triste notizia che purtroppo 'Il Marchi' ci ha lasciato!" ha scritto la figlia Tania sul suo profilo Facebook: "Perdiamo un grande uomo e un combattente. Per noi sei stato una guida e un esempio di vita. Ciao Papà! Ciao Marchi! R.i.p.", moltissimi i commenti di condoglianze per "Il Marchi" che fu presidente della Rescaldinese, dirigente al Real Cesate, a Legnano. A Toano aveva avviato l’attività di ristorazione e accoglienza con la locanda Le Due Querce di Cerredolo, una struttura con appartamenti, piscina, campi da tennis. Tra i messaggi di cordoglio c'è chi ricorda la sua generosità, chi il suo sapere raccontare la sua scelta di vita e chi la sua indole.

I funerali verranno celebrati lunedì 20 p.v., alle ore 14,15, presso la chiesetta della Locanda Due Querce a Cerredolo. Dopo la funzione religiosa, il feretro sarà tumulato nel cimitero di Cerredolo.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48