Camion bruciato, indagini verso la conclusione

Renault Trukcs bruciato

(Foto di repertorio)

Dopo una festa a sorpresa di solidarietà per Stefano Dolci, che lo scorso 13 luglio ha visto andare in fumo due automezzi - un Renault Trukcs e uno Scania CV440 - della sua ditta di taglio e vendita legname, emergono importanti novità.

Pare che le indagini dei militi castelnovesi, coordinate dal pm Valentina Salvi, siano giunte nella direzione di formulare un avviso di garanzia nei confronti di una persona. Persona che, per altro, ricorreva già nelle prime dichiarazioni dello stesso Dolci e abitante non troppo distante.

Solidarietà, anche, dalla ditta Briselli di Gazzolo di Ramiseto che ha prestato allo stesso Dolci un camion per il trasporto del legname.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Forza Dott.ssa Valentina Salvi, confidiamo sul suo impegno e in quello dei militi addetti alle indagini; questo atto ha danneggiato l’immagine della montagna e dato un danno enorme a chi lavora da anni con fatica, impegno e sacrificio per tenere vive queste nostre terre montane. Grazie per il lavoro che sta facendo e non molli mai, chi commette certi reati è giusto che paghi.

    (Lino Franzini)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48