Incontro per fare il punto sulla truffa assicurativa

federconsumatoriA poco più di un anno dalla sottoscrizione del protocollo con Generali Ina Assitalia, con il quale è stata siglata una procedura tutelativa dei risparmi dei tanti cittadini della montagna reggiana, a seguito dei gravi fatti compiuti a danno dei risparmiatori, Federconsumatori fa il punto della situazione.

Il presidente di Federconsumatori Reggio Emilia, Giovanni Trisolini, e gli avvocati dell'associazione, incontreranno i cittadini coinvolti venerdì 21 ottobre 21 ottobre, domani l'altro, alle ore 18 presso la sala del consiglio comunale di Castelnovo ne' Monti.

"In quest'arco di tempo, oltre alla stesura e sottoscrizione dell'accordo, sono state trattate circa 130 posizioni. Per fare il punto rispetto alla situazione dalla quale siamo partiti e dove siamo ora, valutando anche quanto e cosa manca per concludere definitivamente e positivamente questo percorso, invitiamo stampa e cittadinanza ad intervenire".

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. La domanda sorge spontanea: che fine ha fatto l’agente assicurativo, il 45enne Sergio Petroni? Agli arresti, libero, indagato, a processo? O tutto finirà a tarallucci e vino, con una prescrizione e magari una piccola multa? Ovvero, chi ha causato il danno, il politically correct mi obbliga a dire “il presunto” responsabile, se la caverà con un nulla di fatto? E i denari, stimati in oltre venti milioni di euro, diconsi 20 milioni di euro, pari a 40 miliardi delle vecchie lire (ma forse molti di più, visto che spesso erano versati in nero), sono evaporati al sole, in crociere, in sontuosi banchetti, in auto e bei vestiti, oppure aspettano tranquilli in qualche cassetta di sicurezza all’estero, in attesa della sanatoria promessa dal governo (la chiamano “volontary disclosure“, col venti per cento puoi far emergere alla luce del sole i contanti, frutto di evasione, di nero o anche di peggio)? Una risposta alle mie domande da parte di Redacon, sempre attenta e ben informata, sarebbe gradita. I saluti e la mia solidarietà alle vittime della truffa e un a richiesta alla magistratura reggiana di procedere spedita e decisa a fare giustizia vera!

    (Alessandro Raniero Davoli)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48