Sabato 26 novembre la 20^ giornata della colletta alimentare

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Sabato 26 novembre si terrà in tutta Italia la ventesima edizione della “Giornata Nazionale della Colletta Alimentare (GNCA), promossa dalla Fondazione Banco Alimentare. 140.000 volontari in 12.000 supermercati inviteranno a donare alimenti a lunga conservazione che verranno distribuiti a 8.100 strutture caritative (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza, ecc.) che aiutano circa 1.560.000 persone bisognose in Italia, delle quali quasi 135.000 bambini fino a 5 anni. Le donazioni di alimenti ricevute in quel giorno andranno a integrare quanto il Banco Alimentare recupera grazie alla sua attività quotidiana combattendo lo spreco di cibo, oltre 80.000 tonnellate già distribuite quest’anno.

4,6 milioni di persone in Italia soffrono di povertà alimentare, il numero più alto dal 2005 ad oggi, tra queste troviamo famiglie con due o più figli, nuclei in cui il capofamiglia ha perso il lavoro, giovani disoccupati.

Come ci ha ricordato papa Francesco nel discorso rivolto ai partecipanti al Giubileo degli operatori di Misericordia il 3 settembre scorso “Non si può distogliere lo sguardo e voltarsi dall’altra parte per non vedere le tante forme di povertà che chiedono misericordia… la misericordia di Dio non è una bella idea, ma un’azione concreta”.

Da qui l’invito a partecipare alla Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, donando una parte della propria spesa a chi ha bisogno. In 19 anni questo gesto di carità è diventato quello più partecipato in Italia, nel 1996 erano 14.800 i volontari coinvolti, oggi oltre 140.000, con più di 5.500.000 di donatori l’anno scorso.

Questo importante evento, che gode dell’alto patronato della Presidenza della Repubblica, é reso possibile grazie alla collaborazione dell’esercito italiano e alla partecipazione di decine di migliaia di volontari aderenti all’Associazione Nazionale Alpini, alla società San Vincenzo De Paoli, alla Compagnia delle Opere Sociali.

Main sponsor: Intesa Sanpaolo e Banca Prossima (la banca del Gruppo Intesa Sanpaolo interamente dedicata al terzo settore) e UnipolSai Assicurazioni; sponsor: Eni; sponsor tecnici: Poste Italiane.

Per quanto riguarda la montagna, i comuni nei quali verrà organizzata la colletta sono: Castelnovo ne Monti, Vetto, Carpineti, Casina, Ramiseto, Toano, Villa Minozzo e Viano.

Nel comune di Castelnovo i supermercati che aderiscono sono: Sigma di p.le Pietri e di via Roma, ECU; a Felina Conad e Sigma.

* * *

La GNCA in Emilia Romagna.

In Emilia Romagna l’iniziativa è stata presentata lunedì 11 novembre a Forlì, con il sostegno di Coop Alleanza 3.0 e Banco S. Geminiano e S. Prospero - Gruppo Banco Popolare.

L’incontro si è aperto con i saluti del sindaco di Forlì, Davide Drei.

“Quest’anno più che in altre occasioni – ha dichiarato Giorgio Paolucci, giornalista e consigliere della Fondazione Banco Alimentare Onlus, - la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare si propone come un grande gesto di popolo all'insegna della solidarietà. La partecipazione come volontari da parte di persone colpite dal terremoto nelle Marche e in Umbria e di migranti in varie città, oltre che di migliaia di studenti, insegnanti, lavoratori di ogni età e condizione sociale, pensionati, membri di associazioni di volontariato, persone di diversa fede religiosa, è testimonianza del grande desiderio di bene e di gratuità presente nel cuore di ogni uomo. Di questa positività di fronte alla realtà il nostro Paese ha più che bisogno per affrontare il travaglio che sta vivendo”.

Anche Mirco Dondi, vicepresidente politiche sociali di Coop Alleanza 3.0, ha voluto sottolineare l’importanza dell’iniziativa. “In un momento così difficile per tante famiglie e per tanti giovani del nostro Paese – ha dichiarato - unire tutte le forze che si occupano dei più deboli è un dovere che deve prevalere su ogni altra considerazione. Per questa ragione come Coop siamo impegnati a sostenere e a contribuire al successo della prossima colletta alimentare organizzata dal Banco”.

Al convegno ha portato il suo contributo anche Sauro Bandi, direttore della Caritas di Forlì - Bertinoro e coordinatore regionale Caritas. “La colletta è un gesto di civiltà, prima ancora che di solidarietà – ha commentato - poiché responsabilizza un grande numero di persone, di imprese, di famiglie rispetto alle difficoltà di chi non ce la fa. In questo modo si crea una cultura della prossimità, del bene comune, della condivisione che fa crescere chi aiuta e chi è aiutato, ma anche cambia le regole della convivenza civile.

“Le 7.600 tonnellate distribuite in Emilia Romagna dal banco nel 2015 (di cui circa 1.000 raccolte durante la colletta) – ha fatto notare Stefano Dalmonte, presidente della Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna Onlus – non sono sufficienti. I dati molto preoccupanti di recente uscita a fonte Istat e Caritas italiana evidenziano un quadro della realtà italiana attuale che ci spinge ad impegnarci ancora di più a favorire il dono a chi è più bisognoso. La Giornata Nazionale della Colletta Alimentare è la grande occasione, semplice e concreta, per raccogliere l’invito che specialmente papa Francesco ci fa di “non voltarci dall’altra parte quando incontriamo il bisognoso e le sue necessità ma di coinvolgerci concretamente con esso”.

Alcuni dati sulla GNCA in Emilia Romagna e l’attività quotidiana del banco alimentare in regione.

In regione la GNCA si terrà presso circa 1.200 punti vendita.

Attualmente 800 sono le strutture caritative convenzionate in Emilia Romagna che distribuiscono i prodotti ricevuti da Banco Alimentare. I beneficiari ultimi sono oltre 139.600 persone su tutto il territorio regionale.

Nel 2015 18.700 volontari hanno partecipato alla GNCA in regione, contribuendo alla raccolta di 895 tonnellate. Di seguito la tabella con i dettagli. 

Provincia Kg raccolti 2014 Punti vendita aderenti 2014 Volontari 2014
BOLOGNA 232.276 272 4.720
FERRARA 72.388 163 1.750
FORLI' CESENA 87.446 137 2.320
MODENA 82.229 122 1.350
PARMA 99.565 135 2.200
PIACENZA 60.100 65    960
RAVENNA 111.658 105 2.080
REGGIO E. 65.012 109 1.600
RIMINI E RSM 84.295 118 1.780
TOTALE EMILIA ROMAGNA 894.969 1.226 18.760

Seguono i dati sintetici dell’attività della Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna Onlus:

Attività quotidiana della Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna:

Provincia N. strutture caritative accreditate 2016 N. persone bisognose assistite dalle strutture 2016 Kg distribuiti alle strutture nel 2015
BOLOGNA 210 32.679 1.890.203
FERRARA 100 15.106    917.446
FORLI' CESENA   94 14.627     840.467
MODENA   88 19.064     931.132
PARMA   81 13.775    717.460
PIACENZA   17 4.476    158.541
RAVENNA   98 13.329    987.360
REGGIO E.   55 10.036    523.280
RIMINI E RSM   35   8.429    471.442
ALTRE PROVINCE   22   3.094    161.510
TOTALE EMILIA ROMAGNA 800 134.615 7.598.841

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48