Home Economia L’incubatore d’impresa ReStartApp® a Succiso

L’incubatore d’impresa ReStartApp® a Succiso

0
0
Succiso

Il Parco nazionale e le sue cooperative-paese rappresentano importanti esempi di esperienze di vita e di impresa in ambito montano e rurale. Anche per questo la fondazione Edoardo Garrone ha scelto di inserire, ancora una volta, la visita al territorio del Parco nazionale dei giovani partecipanti al campus ReStartApp® incubatore di impresa per il rilancio dell'economia appenninica.

L’esperienza di ReStartApp®, iniziata del 2014 e realizzato nell'ambito del Progetto Appennino®, ha come i seguenti scopi principali: realizzare e rafforzare una nuova “economia della montagna italiana”; diffondere una vera e propria cultura dello sviluppo delle terre alte; stimolare sinergie e scambio di buone pratiche tra Alpi e Appennini; rivitalizzare le aree marginali; puntare sullo sviluppo delle eccellenze territoriali valorizzando al contempo l’unità identitaria del “made in Italy” che accomuna le varie attività produttive locali; offrire sempre maggiore impulso ai green jobs e un sostegno concreto alle giovani imprese.

Obiettivi che il Parco condivide a pieno e che sono alla base del riconoscimento dell’Appennino tosco emiliano come riserva di biosfera Unesco.

Il Campus residenziale, destinato a giovani con meno di 35 anni, vede impegnati i partecipanti per 10 settimane. Il progetto intende sostenere la nascita d'imprese negli ambiti agricolo, gestione forestale, allevamento e agroalimentare, turismo, artigianato e cultura. Per fare questo è necessario apprendere anche quelle che sono le buone pratiche consolidate in Appennino. Da qui l’idea di trascorrete due giornate a Succiso.

Il programma prevede l’arrivano dei 18 studenti venerdì 31 marzo e l’incontro con Fausto Giovanelli, presidente del Parco nazionale e coordinatore della MaB Unesco, che presenterà loro il territorio e la riserva di biosfera. A seguire il gruppo si confronterà con i responsabili delle cooperative-paese i Briganti di Cerreto di Cerreto Alpi e la Valle dei Cavalieri di Succiso. La sera, grazie allo staff del servizio Conservazione della natura del Parco nazionale, approfondiranno i temi della fauna selvatica e in particolare il progetto Life M.I.R.CO-Lupo. Sabato i ragazzi saranno coinvolti in prima persona nella vita di comunità, collaborando alle attività del negozio, del bar, del ristorante, e della stalla, gestiti dalla cooperativa La Valle dei Cavalieri.

Articolo precedenteSicurezza del territorio / Dalla Regione maxi-pacchetto da oltre 16 milioni di euro. Al via 70 cantieri in tutte le province
Articolo successivoInsieme non si trema – Vezzano per il centro Italia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.