Verso la S. Pasqua (1) / Gesù condannato a morte

Avvicinandoci alla S. Pasqua, che sarà quest'anno domenica 16 aprile, abbiamo pensato di proporre brevi riflessioni a cadenza quotidiana, a partire da oggi, domenica 2. Tali riflessioni le traiamo da un agile volumetto di Rodolfo Doni intitolato "Cori per una nascita e per un cammino di Croce". Nella presentazione, di Giordano Frosini, leggiamo: "Questi due 'cori' (a noi qui interessa quello del cammino di Croce) furono letti nelle chiese fiorentine della SS. Annunziata e di S. Maria del Fiore nella Quaresima del 1978, in occasione di due veglie in difesa della vita e della persona umana. Nel raccoglierli ora in opuscolo, dopo la loro pubblicazione sul settimanale 'La Vita', si desidera ricordare un momento difficile del nostro recente passato e, insieme, il Card. Giovanni Benelli che ne chiese la composizione e alla cui memoria sono dedicati. In essi l'autore rivive in pienezza di sentimenti e di partecipazione una dolorosa vicenda che ha segnato profondamente la nostra epoca. Il ricorso alla preghiera pubblica nei momenti cruciali della storia è tipico della tradizione biblico-cristiana. La comunità dei credenti non rinuncia in tal modo al suo impegno e alle sue responsabilità, ma riconosce l'inutilità della sua fatica se questa non è sorretta e fecondata dalla forza responsabile dello Spirito. Le pagine che seguono sono nate da questo stato d'animo, da questa situazione di sofferenza e di attesa che, a pensarci bene, è atteggiamento costante dell'esistenza cristiana nel tempo. In questa origine è collocata anche la ragione della loro verità e della loro bellezza. Lo stile semplice e caldo dell'invocazione e della preghiera rende più facile e immediata la comunicazione con il lettore. La partecipazione corale e accorata di tante voci ricorda le antiche tragedie e sta a significare l'anelito struggente e insopprimibile di ogni uomo per un mondo migliore, più giusto, più umano, più puro. Un mondo per cui vale la pena vivere e lottare".

-----

I - Gesù condannato a morte

(Un sacerdote, dottore della legge)

Gesù è processato e condannato a morte da una società che aspettava il suo liberatore, il Messia, e non ha saputo riconoscerlo, e, peggio, lo ha maledetto e ucciso. Saprebbe la società d'oggi - della quale ci apprestiamo a cercare in questo notturno cammino di croce i punti di colpa come quelli di agonia - riconoscere e accogliere il Cristo?

E' la domanda che si pone a questo tempo. Un tempo di violenza e di cecità come il presente non riconoscerebbe probabilmente il suo mite liberatore. Due società stanno di fronte a me, sacerdote che di questo doppio cammino stasera tenta di essere interprete, due società: di ieri e di oggi, che non riconoscono, mi sembra, il Messia.

Così si spiega il fatto che in un lontano borgo della Palestina una comunità fece un processo religioso e civile a colui che aspettava, e si spiega la società d'oggi dove alcuni, smarrita ogni chiara distinzione fra bene e male, ricorrono alla cieca azione della violenza. Il processo che noi stessi facemmo duemila anni fa alla Verità fatta Uomo fu dovuto a cause profonde di degenerazione della fede dei sacerdoti del Tempio che si rifiutavano di riconoscere il liberatore nel taumaturgo predicatore di una dottrina contraria al successo e al potere: l'opposto di ciò che il mondo di sempre dice essere bene.

Eppure Isaia aveva detto che l'Eletto, prima di pervenire a tutto il suo splendore, sarebbe stato uomo di dolori e di abominio. Solo una società seguace di false guide, dunque, poté consumare il suo più tragico errore.

La mia agonia di sacerdote che si immerge nella agonia di Te che oggi ancora in mezzo a noi soffri nei tuoi figli e fratelli nuove offese di violenza mi induce a levare fortissimo il grido, Signore: sorgi in mezzo a noi ad aprirci gli occhi, vieni una seconda volta, costringi a riconoscerti con violenza d'amore coloro che ancora ti processano e ti uccidono.

* * *

Correlati:

Verso la S. Pasqua (2) / Gesù prende la croce (3 aprile 2017)

Verso la S. Pasqua (3) / Gesù cade la prima volta (4 aprile 2017)

Verso la S. Pasqua (4) / Gesù incontra la Madre (5 aprile 2017)

- Verso la S. Pasqua (5) / Il Cireneo aiuta Gesù (6 aprile 2017)

- Verso la S. Pasqua (6) / La Veronica asciuga il volto di Gesù (7 aprile 2017)

- Verso la S. Pasqua (7) – Gesù cade per la seconda volta (8 aprile 2017)

- Verso la S. Pasqua (8) – Le donne di Gerusalemme (9 aprile 2017)

- Verso la S. Pasqua (9) – Gesù, annientato dalla sofferenza, cade per la terza volta (10 aprile 2017)

- Verso la S. Pasqua (10) – Gesù viene spogliato (11 aprile 2017)

- Verso la S. Pasqua (11) – Gesù è crocifisso (12 aprile 2017)

- Verso la S. Pasqua (12) – Gesù muore in croce (13 aprile 2017)

- Verso la S. Pasqua (13) / Gesù è deposto dalla croce (14 aprile 2017)

- Verso la S. Pasqua (14) / Gesù è deposto nel sepolcro (15 aprile 2017)

- Verso la S. Pasqua (15) / Gesù risorge (16 aprile 2017)

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48