Concluso lo scambio tra l’istituto “Mandela” di Castelnovo e il “Lycée Les Portes de Chartreuse” di Voreppe

Riceviamo e pubblichiamo.

-----

Le classi 3^ F e 3^ C dell’istituto d’istruzione superiore “Nelson Mandela”, indirizzo Alberghiero, di Castelnovo ne' Monti accompagnate dalle docenti Sandra Patti e Luana Marino, si sono recate nel dipartimento dell’Isère della regione Rodano-Alpi per vivere momenti di scambio culturale e linguistico e fare esperienza di stage presso l’istituto alberghiero "Les Portes de Chartreuse" di Voreppe.

Il legame di gemellaggio stabilito da anni tra i comuni di Castelnovo e Voreppe ha sicuramente agevolato la realizzazione del progetto grazie all’ospitalità che il comitato di Voreppe ha offerto all’istituto “N. Mandela” di Castelnovo Monti.

L’esperienza a Voreppe, voluta fortemente dal dirigente scolastico dell’istituto "Mandela", prof.ssa Monica Giovanelli, e organizzata anche dalla docente M. Urso, ha dato l’opportunità agli studenti di confrontarsi con coetanei francesi con la loro stessa passione, il mondo della ristorazione, dilettandosi nei diversi laboratori di cucina, panetteria, pasticceria e sala bar. I momenti formativi sono stati vissuti con quell’entusiasmo tipico di ragazzi che hanno voglia di crescere attraverso l’esperienza sul campo nei settori più svariati dell’attività enogastronomica-alberghiera, ma anche attraverso l’approccio alla lingua francese come veicolo necessario per relazionarsi con studenti e insegnanti del luogo.

Visite guidate in diverse aziende, tra cui la visita presso le Ferme Cartier, azienda casearia di produzione locale del formaggio tipico francese Beaufort e La grande Chartreuse, famosa distilleria di Voiron, nota per la produzione del liquore Chartreuse, hanno arricchito la permanenza in Francia. Inoltre, visite in diversi musei hanno offerto spunti di riflessione ai ragazzi, i quali hanno captato, con entusiasmo, i diversi stimoli ricevuti.

Tra le visite ai musei si sofferma l’attenzione su le musée Opinel, noto per la collezione secolare dei famosi couteaux de poche (coltellini da tasca), e Musée de la Révolution Française di Vizille, che, evocando gli ideali della Rivoluzione francese attraverso una collezione di opere d’arte, ha richiamato echi di storia moderna. La formazione didattica è stata racchiusa dalla cornice di due note città, Annecy e Grenoble, in un mélange di aspetti storico-culturali a paesaggi degni di ammirazione.

Tale opportunità di scambio culturale ha sicuramente trovato campo fertile e un riscontro concreto, in quanto ha risposto positivamente alle esigenze degli studenti di fare esperienza all’estero in una scuola dello stesso settore professionale sfruttando, inoltre, le competenze delle lingue straniere apprese tra i banchi di scuola.

(Sandra Patti)

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48