Con “Insieme si può 2017” la CRI di Carpineti offre a sei giovani l’opportunità del Servizio civile

“Insieme si può 2017”. Questo il nome del progetto con cui il Comitato di Carpineti della Croce Rossa Italiana ha partecipato al Bando per la selezione di volontari da impiegare in progetti di Servizio civile proposto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il Progetto della CRI di Carpineti è stato riconosciuto valido ed ora gli permette di avere a disposizione sei posti da offrire ad altrettante ragazze e ragazzi di età compresa tra i 18 e i 28 anni che desiderano intraprendere un’esperienza davvero interessante.

La durata del Servizio civile è di 12 mesi, con un assegno mensile di 433,80 euro. Le domande di partecipazione per la selezione devono essere tassativamente presentate entro le ore 14 del giorno 26 giugno prossimo (informazioni utili al riguardo si possono ottenere visionando il sito www.cri.it/servizio civile alla voce bando-ordinario-2017-2018-servizio-civile-croce-rossa), contattando il Comitato di Carpineti ai seguenti numeri telefonici: 0522 618221; 331 151 9847; 331 1519805.

E’ previsto che l’attività di Servizio civile segua un programma specifico, con una formazione iniziale a cui farà seguito un periodo di tirocinio e affiancamento insieme ai volontari CRI. Successivamente le ragazze e i ragazzi del Servizio si vedranno impiegati in diverse mansioni: centralino, sportello di ascolto, trasporti inter-ospedalieri, assistenza a manifestazioni sportive, consegna domiciliare di farmaci, distribuzione viveri di prima necessità, attività amministrativa ecc., fino al raggiungimento del ruolo di supporto per gli interventi di emergenza-urgenza. Tra le opportunità che i volontari potranno conseguire, i titoli/attestati “spendibili” anche successivamente nel mondo del lavoro, tra cui: Incaricato dell’attività di primo soccorso; Rianimazione cardiopolmonare; Abilitazione di Addetto al pronto soccorso aziendale; Addetto alla lotta antincendio e gestione delle emergenze nei luoghi di lavoro; Volontario soccorritore 118; Uso del defibrillatore semiautomatico; Abilitazione al trasporto infermi in convenzione con le AUSL dell’Emilia-Romagna; ottenimento della patente di guida dei veicoli in dotazione alla Croce Rossa Italiana.

Su 1.793 progetti presentati, per oltre 25mila posti disponibili a livello nazionale, il progetto “Insieme si può 2017” presentato dal Comitato di Carpineti è stato l’unico in tutta l’organizzazione CRI dell’Emilia-Romagna a vedersi riconosciuta l’approvazione, unitamente ad altri 37 targati CRI dislocati in sole otto regioni.

Grande la soddisfazione del Comitato locale CRI di Carpineti. “La bontà del nostro progetto – commenta il presidente Alberto Ovi - nasce da una attenta valutazione dei bisogni della nostra comunità alla quale assicuriamo volontariamente tutto l’anno e per tutte le 24 ore del giorno una moltitudine di servizi essenziali. Abbiamo colto molto volentieri la possibilità di offrire a sei giovani l’opportunità di compiere un’esperienza di volontariato, che è attività di crescita formativa, di partecipazione, di responsabilità, ma anche di gratificazione nel sentirsi umanamente appagati quando un nostro aiuto può alleviare una sofferenza”.

 

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48