Alla scoperta della Val Tassaro e dei Da Palude. E a Cerezzola il sentiero dei Minatori

Una camminata "ecologica" quella prevista domenica 18 giugno a Piagnolo di Canossa. Infatti, ci si potrà tuffare nel verde della natura, ma anche nella storia dei sentieri della Val Tassaro, un tempo battuti dai cavalieri Della Palude. Ci si potrà quindi perdere sulle tracce di vecchi mulini, mulattiere e antichi borghi accompagnati dalla guida Daniele Canossini. Due percorsi consentiranno a tutti, grandi e piccoli, di esplorare questa particolare realtà del vettese.

le cascate della Val Tassaro

La partenza è prevista dalla Chiesa di Piagnolo alle 10 (dal bar). Il percorso corto, di due ore di camminata, passerà per Piagnolo, Caiolla, Mulino di Chichino, Cascate, Scalucchia e Piagnolo. Quello lungo aggiungerà a questi luoghi anche La Fossa, il Casone e Vogilato, per rientrare sempre a Piagnolo dove èe previsto il ristoro con pane, salumi, stria, torte, bibite e the... caldo (10 euro costa l'iscrizione, 5 per i bambini fino a 12 anni, agevolazioni per le famiglie numerose). L'iniziativa, patrocinata dal Comune di Vetto, è organizzata dal Lions Club Regium Lepidi e Cispadana in collaborazione con Leo Club la Guiglia Matilde di Canossa e Leo Club Canossa Val d'Enza. Info: newsletter@reggiogas.it 0522431875 (G.A.)

Sempre domenica 18 giugno, a partire dalle ore 08.30 presso il Borgo di Cerezzola e la Riserva Naturale Rupe di Campotrera, si terrà l'Escursione "Alla Scoperta del Sentiero dei Minatori" a cura dell'Associazione "Amici di Cerezzola", con il patrocinio del Comune di Canossa e del MaB Unescp, che organizza in collaborazione con l'Architetto Giuliano Cervi, l’incontro nel Sentiero dei Minatori per scoprire un territorio ricco di storia.  L’ iniziativa prevede la speciale presenza di figli e nipoti dei minatori di Cerezzola: Eris Carlini, Carlo Lamberti, Emilio Poli, Laura Mantovani, Walter Ciatti... che durante il percorso interverranno con racconti ed aneddoti per tramandare e valorizzare questa importante parte del passato del nostro territorio.

La fatica del vivere quotidiano, storie di uomini e di donne che hanno scelto, per necessità, di lavorare a stretto contatto con la rossastra roccia di Campotrera. Storie che è giusto far conoscere, attraverso questi uomini, archivi viventi di autentiche testimonianze, storie ordinarie di un mondo, quello della Cava Piccola e della Boracciana, che hanno accompagnato l’uomo nelle epoche, segnando il cammino e il vissuto delle popolazioni locali. Inoltre l'Architetto Giuliano Cervi, illustrerà la Riserva Naturale Rupe di Campotrera e fornirà elementi di conoscenza su questo territorio di storiche cave.
L'iniziativa si concluderà nei pressi del rio Cerezzola, dove vi sarà allestita una mostra fotografica itinerante. Inoltre, per tutti i partecipanti sarà servita una degustazione di antiche ricette dei minatori. 
Per prenotazioni: Ass. Amici di Cerezzola - 333.8983730 (www.cerezzola.it). Ritrovo dei partecipanti, ore 8.30, presso il Bar La Rambla di Cerezzola.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48