Silvano Scaruffi e le sue pecore

Si direbbe periodo di pecore a Sologno: "il paese dell'asino" che riporta questo nobile animale nel suo gentilizio, da

Locandina Presentazione Scaruffi

qualche tempo pare dedicarsi a un altro animale, sempre nomade, sempre quadrupede, sempre appartenente a una tradizione contadina che fortunatamente qualcuno continua a valorizzare. Doppio appuntamento, quindi, questa sera presso l'Ostello "la Scuola" con "la fattoria di Tobia" e domani sera, organizzato da Villa-Cultura con il patrocinio del comune di Villa-Minozzo, la presentazione del libro di Silvano Scaruffi "le pecore si contano a Maggio".

La presentazione avrà luogo presso il Monte Cafaggio, alle ore 21.00, nella suggestiva corte di Angela Delucchi, che oltre a gestire attivamente l'Ostello tramite iniziative come quella sopra accennata, è anche nel direttivo di Villa-Cultura.

Coordinato da Emanuele Ferrari, professore e presidente della casa editrice Abao Aqu, Silvano introdurrà il pubblico nel suo mondo atipico, dove però ben risuona l'eco forte e chiaro del luogo in cui vive, e dove certe usanze e tradizioni fanno da sfondo a una storia tutt'altro che scontata.

Al termine della presentazione seguirà un buffet letterario con prodotti tipici locali offerti dall'ostello La Scuola.

 

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Bravo Scaruffi. Complimenti davvero. Ho potuto conoscerti alla presentazione del tuo ultimo libro e sono davvero rimasta entusiasta di questa tua originalità legata al territorio con innovazione di stile. Lontana dai canoni classici e stereotipati, sempre in viaggio come un vero transumante in arte che porta innovazione e fantasia di pensiero.

    (Simona Sentieri)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48