Ostetricia Ospedale S. Anna / Le “Cicogne”: “Politica scellerata”

"La montagna è unita". Concetto che vuole ribadire il comitato "Salviamo le cicogne": "Ribadiamo la nostra unità di intenti contro questa politica scellerata che ha portato alla chiusura del nostro punto nascita, respingiamo con forza ogni polemica sterile a questo riguardo. Il nostro percorso lo dimostra: unità di intenti ed unità nell'azione. Il 'nemico' è chi si nasconde dietro scuse tecniche per smantellare la sanità pubblica e la dignità delle donne nel momento più delicato della propria vita: la nascita di un figlio".

Sempre "lancia in resta": "Non lo permetteremo. La politica deve prendersi le proprie responsabilità. Noi ci siamo, vorremmo solo più chiarezza e trasparenza!  Attendiamo fiduciose".

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

3 Commenti

  1. Come gruppo “Insieme per il S. Anna” condividiamo con il comitato “Salviamo le cicogne” l’amarezza e la rabbia per avere fatto un lavoro enorme per il mantenimento del punto nascita senza potere contare su una azione politica determinata a non perdere nemmeno un pezzo di un ospedale nuovo, sicuro, efficiente, indispensabile. Bastava in Regione essere convinti che era doveroso difendere i diritti dei cittadini dell’Appennino e chiedere con convinzione la deroga alla luce del documento (a nostro parere mai consultato) studiato da nostri medici incaricati dal sindaco che offre la soluzione alle situazioni contestate, in particolare per il reparto di ostetricia. Noi cittadini che cosa possiamo o dobbiamo fare? Non certo stare solo a guardare!

    (Insieme per il S. Anna)

    Rispondi
  2. Proposta: perchè non raccogliere le firme per fare un referendum?

    (Alessandro n.)

    Rispondi
  3. Forza cicogne non molliamo, pensiamo al vangelo del giudice disonesto e la vedova insistente, vedremo che forse qualcosa si otterrà; non molliamo, molti di noi montanari vi sono vicini, grazie per il vostro grande impegno.

    (C219T)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48