Home Cronaca “Ladro di mimosa (al cimitero): vergognati”

“Ladro di mimosa (al cimitero): vergognati”

1
2

Era già successo in passato, è tornato ad accadere. Per di più il giorno della festa della donna. Ladri di mimose, ma nel cimitero. Alle volte, in occasione della solennità dei defunti, spariscono lumini (ma anche composizioni floreali), questa volta, invece, sparisce il fiore dedicato alla donna, la mimosa. L'ultima segnalazione ci giunge dalla signora Silvia Ferri. "Vorrei condividere con tutti i lettori di Redacon - ci scrive la malcapitata - quanto mi è successo ieri. Nel pomeriggio mi sono recata al cimitero di Castelnuovo dove due giorni fa avevo portato un grosso mazzo di mimosa ai miei cari, ebbene la mimosa è stata rubata dai vasi in tutta fretta lasciando gli altri fiori rovesciati in malo modo!".

Quindi la descrizione delle sensazione percepite: "Ho provato un gran dispiacere - aggiunge - ma anche una grande rabbia! Dove siamo finiti? Che squallide persone ci circondano? Il rispetto non esiste più nemmeno per i morti!  Sono rincasata piangendo per quanto successo, non sicuramente per il valore economico ma per il disprezzabile gesto!".

Alcune amare considerazioni: "Purtroppo non è la prima volta che mi succede e meno male che siamo in un paese civile! Vorrei solo dire alla persona che ha compiuto questo gesto di guardarsi allo specchio e vergognarsi".

Articolo precedente“Elezioni, l’Appennino è ora tripolare: anche per le amministrative ci saranno novità”
Articolo successivoCome pesci sugli alberi: serata di informazione sulle difficoltà scolastiche

2 Commenti

    • Sai qual è la cosa triste Stefano? Che se mettiamo telecamere agli ingressi dei cimiteri, dove si vanno a trovare i propri cari defunti, allora dovremmo riempire di telecamere ogni angolo di paese….pero’ hai maledettamente ragione! E’ semplicemente squallido che succedano certe cose.

      (Andrea.S.71)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.