Lisa, ritrova i soldi e avvisa i carabinieri

Il Settore Affari Generali istituzionali del Comune di Carpineti aveva pubblicato un avviso tra le “cose ritrovate” nell’albo del Comune. Un avviso nel quale si rendeva noto, lo scorso 3 gennaio, del rinvenimento di una busta – anonima ndr – contenente sette banconote da cinquanta euro ciascuna. Autore del ritrovamento è una giovane cittadina del posto con un evidente spiccato senso civico. Lisa Guidetti, che preferisce non siano pubblicate sue foto, ha 23 anni e vive e lavora con i genitori nel capoluogo. “Quando per strada ho notato la busta – spiega - non c’era alcun riconoscimento che segnalasse l’eventuale proprietario. Per questo ho ritenuto di andare a fare denuncia nella vicina caserma dei carabinieri”.

Esperimenti di antropologia hanno dimostrato che, in circostanze simili, l’uomo ha comportamenti differenti: c’è chi la lascia dove la ha trovata, chi la prende e li spende, chi ne prende solo parte. Lei invece non ha esitato…

“Quando ho trovato i soldi ho pensato che se li avessi persi io avrei avuto piacere che qualcuno me li restituisse”.

Anche se non tutti lo avrebbero forse fatto?

“Credo che chiunque dovrebbe agire in questo modo per una questione di onestà, che purtroppo in questi anni spesso non c’è. Sono nata e cresciuta a Carpineti, le persone se hanno dei valori possono averli ovunque sia la loro casa, probabilmente molto dipende dagli insegnamenti ricevuti dalla famiglia”.

Esprime il suo riconoscimento alla giovane anche il sindaco di Carpineti, Tiziano Borghi: “Lisa è una ragazza  altruista e generosa, è stata pure volontaria della Cri di Carpineti. Proprio per questo, conoscendola, posso dire che mai avrebbe pensato di trattenere questo ritrovamento, ma piuttosto si sia immedesimata nel dispiacere di chi la ha smarrita. Quanto accaduto fortunatamente a Carpineti  è lodevole certo e, credo, rappresenti un’azione condivisa dalla maggioranza dei cittadini che sono la parte sana della gente di montagna e della nostra comunità”.

Intanto del proprietario dei soldi non si sa ancora nulla. “Spero – chiosa il sindaco – che la divulgazione di questa notizia possa giungere al legittimo proprietario”.

“L’unico mio pensiero – conclude Lisa - è questo: mi auguro che la persona che effettivamente ha perso questi soldi possa dimostrare che è il legittimo proprietario, dimostrando al Comune quando, come e dove li ha persi”.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

3 Commenti

  1. Sei stata grande Lisa!! veramente. Io lo provai tanti anni fa in ferie,perdemmo il portafoglio pieno di soldi,un signore del posto lo trovò e lo porto’ dai carabinieri. Non lo dimenticherò per la vita. Complimenti!!

    (Lucia un)

    Rispondi
  2. Complimenti Lisa, hai dato un gran bell’esempio, non so in quanti sarebbero riusciti a non cadere in tentazione. Il tuo gesto, come ha anche, giustamente ricordato il sig. sindaco Borghi e’ da elogiare. Fa piacere sapere che esistano ancora persone di sani principi e, se giovani come te, è ancor più bello!

    (Davide Negri)

    Rispondi
  3. Complimenti. Notizie come questa danno speranza per il futuro dell’Italia.

    (P.G.)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48