Sul ritrovamento di Dante Bonezzi ci scrive la figlia Gabriella

Dante Bonezzi

La figlia di Dante Bonezzi ci scrive in merito al ritrovamento del corpo del padre per ringraziare quanti hanno operato e per precisare alcune cose.

 

Vi scrivo in merito al ritrovamento del corpo di mio papà.

Per prima cosa, a nome di tutta la famiglia, vorrei ringraziare tutte le persone che hanno collaborato con noi nelle ricerche, nel ritrovamento e nel recupero del corpo di papà.

Soprattutto tutte quelle persone che hanno continuato volontariamente ad aiutarci e sostenerci dopo che il prefetto, la sera di giovedì 31 maggio, ha deciso di chiudere le ricerche avviate domenica 27.

Un ringraziamento speciale di cuore per il ragazzo che si è preso l impegno, non richiesto e non dovuto, di scrivervi per puntualizzare i fatti relativi ai tempi, modi e luoghi del ritrovamento.

Ci teniamo a fare sapere che nostro papà, contrariamente a quanto avete scritto, non ha mai sofferto di amnesie. Ci rincresce non poter sapere la fonte di questa errata informazione che ci auguriamo non sia stata anche oggetto di considerazione sull'utilità del proseguimento delle ricerche.

Mio papà non era un fungaiolo, era un grande appassionato di montagna e soprattutto di quelle zone così impervie.

L'autopsia ha definito che il decesso è avvenuto a seguito della caduta e la caduta è stata semplicemente una fatalità.

Il papà era attrezzato e molto esperto di montagna.

Adesso riposa in pace nei luoghi che amava.

Grazie ancora a tutti

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48