Home Cultura Thioro – un cappuccetto rosso, senegalese, a Casina

Thioro – un cappuccetto rosso, senegalese, a Casina

3
0

Una storia da raccontare quella del Ker Théâtre Mandiaye Ndiaye​, compagnia nata nel 1988 in Senegal dalla collaborazione con la romagnola Teatro delle Albe​. In quegli anni alla ricerca di un “meticciato culturale” la compagnia con sede a Ravenna intrecciò feconde relazioni con un villaggio senegalese, coniugando drammaturgia, danza, musica, dialetti, invenzioni e radici, e costruendo un importante percorso artistico, sociale e culturale che ha creato un’originale opportunità di sviluppo e protagonismo per una realtà africana.

Thioro

La persona simbolo di questa esperienza è Mandiaye Ndiaye, attore cardine della compagnia, la cui scomparsa nel 2014 non ha però interrotto la vena artistica che ha portato alla realizzazione di quest’ultima produzione italo - africana: Thioro - un cappuccetto rosso senegalese​. Reinvenzione dal respiro africano di Cappuccetto Rosso, una delle fiabe europee più popolari al mondo, Thioro evoca soltanto il racconto popolare diventando invece un viaggio immaginifico e bruciante attraverso l’Africa, dal ritmo pulsante, grazie all’intreccio di lingue, strumenti e immaginari.

Il bosco lascia spazio alla savana e il lupo è sostituito da Buky, la iena. Thioro vede in scena Adama Gueye e Fallou Diop, attori e musicisti, con Simone Marzocchi, compositore e trombettista, che intrecciano parola e musica e che dialogano facendo incontrare suoni, strumenti e ritmi europei e africani.

Lo spettacolo sarà messo in scena all’imbrunire nel suggestivo scenario del Parco Pineta di Casina, giovedì 5 luglio alle ore 21.30​. Sarà preceduto da uno stuzzicante approfondimento sotto forma di apericena ​nel vicino chiosco, con l’intervento dell’antropologo Claudio Cernesi dell’associazione Taranga, a partire dalle ore 18.30, che racconterà l’esperienza della Takku Ligey​, l’associazione fondata nel villaggio senegalese insieme a Mandiaye Ndiaye nel 1994, che ha creato un nuovo percorso di sviluppo sostenibile, basato sulle 3T, terra, teatro e turismo e di cui il Ker Théâtre Mandiaye Ndiaye rappresenta una delle forme di successo.

Ingresso 8 euro, 5 euro ridotto per minori di 14 anni e soci dell’associazione EffettoNotte. Offerta famiglia: ingresso gratuito per ogni figlio minore di 14 accompagnato da un genitore. Per info e prenotazioni: 349 4433017 - info@effettonotte.it

Articolo precedente Piergiorgio Ferretti presenta il “Vocabolario del dialetto collagnese” a Ligonchio
Articolo successivoOltre 400 i centauri fermati e identificati dalle pattuglie castelnovesi negli ultimi due fine-settimana

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.