Grande caldo anche in montagna, i consigli per gli anziani del medico di Anteas

Grande caldo sino all’8 agosto: l’esperto, “anche in montagna attenzione ai colpi di calore”.  Anteas: “No ad anziani soli in città”

 

In città ad agosto l’ambulatorio Anteas di Cisl Fnp si sposta presso il centro anziani “Marco Gerra” in via Emilia Ospizio di Reggio Emilia

 

 

Sono 40° i gradi percepiti che si potrebbero registrare nel reggiano, con punte elevate anche in città. E molti cittadini, soprattutto anziani, possono avere bisogno d’assistenza a causa di malori e mancamenti improvvisi. Ma come comportarsi per contrastare le alte temperature in arrivo? «Per difendersi dal caldo – consiglia Attilio Pagliani, medico di Anteas, l'associazione di volontariato della Fnp Cisl - è importante vestirsi adeguatamente, sia in montagna che al mare, perché il corpo deve essere sempre libero di respirare. Preferite perciò abiti traspiranti e leggeri».

Durante l’estate bisogna fare maggiore attenzione all’alimentazione. «Con il caldo è consigliato fare piccoli pasti leggeri e preferire alimenti di stagione, molto digeribili, ricchi di vitamine. Bere pochi alcolici e al massimo un bicchiere di vino duranti i pasti principali. La frutta e la verdura devono essere fresche e state attenti agli zuccheri nascosti. I succhi e le bevande gassate, ad esempio, sono pieni di zuccheri e vanno sempre assunti con moderazione».

Che sia mare, piscina o città e bene adottare altre buone consuetudini: «State sempre riparati dal sole nelle ore più calde; fate il bagno lontano dai pasti e solo dopo aver digerito e fate sempre attenzione all’idratazione: soprattutto gli anziani – aggiunge -  devono bere almeno 1,5-2 litri d’acqua naturale o frizzante al giorno». E infine un occhio di riguardo all’aria condizionata «Soprattutto per i cardiopatici - conclude Pagliani - l’aria condizionata non deve mai essere ai massimi livelli».

 

I consigli per gli anziani per contrastare il caldo secondo i medici volontari di Anteas:

  1. Vestirsi con abiti leggeri e traspiranti, sia in montagna che al mare, per permettere al corpo di respirare.
  2. Più attenzione all’alimentazione. Fare pasti frequenti e leggeri, preferendo alimenti di stagione, digeribili e ricchi di vitamine.
  3. Bere molta acqua: almeno 2 litri al giorno e fare attenzione agli alcolici. Si al vino rosso ma con moderazione. Consumare al massimo un bicchiere durante i pasti.
  4. Occhio agli zuccheri nascosti nei cibi come in succhi di frutta, merendine e bibite gassate che vanno consumati con attenzione moderazione.
  5. Non esporsi al sole nelle ore più calde della giornata.
  6. Fare attenzione all’aria condizionata. Soprattutto per i cardiopatici è infatti sconsigliato tenerla al massimo della potenza.
  7. Al mare e in piscina fare il bagno solo dopo aver digerito e lontano dai pasti.
Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48