“Quando la guerra ci passava sopra” il libro di Piccinini presentato a Minozzo

il sindaco Luigi Fiocchi durante il discorso di apertura

Si è svolta sabato 4 agosto a Minozzo, presso la sede degli Usi Civici, la presentazione del libro “la guerra ci passava sopra” di Franco Piccinini, Tm edizioni. Iniziativa organizzata nell’ambito delle celebrazioni dell’anniversario dell’eccidio di Minozzo svolto proprio il 4 agosto di 74 anni prima.

Presenti il sindaco del comune di Villa Minozzo Luigi Fiocchi, il presidente Alpi-Apc Elio Ivo Sassi, Presidente sezione Anpi Risorgimento Saverio Morselli, la presidente di Villa Cultura Angela Delucchi, un pubblico incuriosito e appassionato nonché diversi scrittori reggiani.

il presidente Sassi e l'autore Piccinini

Tra letture tratte dal libro, momenti di musica e l’intervista all’autore, il pomeriggio scema lentamente, accompagnato da applausi sia per l’autore, ma anche per “gli” autori, quelli veri, quelli che hanno raccontato le loro vicende.

Testimonianze di una vita povera e difficile, fatta di cose normali come le nuove nascite, il gioco, la scuola, ma che avevano come cornice un conflitto bellico che diventava sempre più invasivo.

Vite che si intersecano, realtà diverse che si sfiorano, il tutto visto con gli occhi dei bambini di allora, che vivevano quella realtà difficile e opprimente come la loro realtà, la loro quotidianità, quasi come se l’eccezione costituisse la regola.

La presidente Angela Delucchi in un momento di lettura

Strapiena la sede degli Usi Civici, con la Croce Verde di Villa Minozzo che ancora una volta gestisce magnificamente la sala: dagli impianti audio alle sedie, all’apericena finale dove le domande, i ricordi, le varie vicissitudini, ancora la fanno da padrone, quasi a non voler lasciare andare un passato ancora presente.

i ragazzi della croce verde di Villa Minozzo

Forza di Villa Cultura è l’unione tra le frazioni, rappresentata, con le dovute proporzioni, anche nella nascita della costituzione, che si è potuta formare, come spiega il presidente Sassi, «Solo grazie all’accordo di più partiti». E così, ancora una volta, l’unione trionfa nell’assemblamento di persone che si ritrovano ad ascoltare i ricordi di chi c’era, e i fatti li ha vissuti, forse non dimenticandoli mai e portandoseli dietro nel tempo, negli anni.

 

 

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48