Ponte Secchia: il bimbo ha fretta di nascere e lo zio volontario della Croce Rossa assiste il parto in casa

La cicogna è tornata a volare in montagna.

I dieci minuti che sono intercorsi fra la chiamata al 118 e l'arrivo dell'ambulanza sono stati sufficienti a Samuel per venire al mondo.

Quando i volontari della Croce Rossa di Toano sono arrivati nella casa di Ponte Secchia (Baiso), il bimbo stava nascendo, anche grazie all'aiuto dello zio volontario del soccorso, che fra i primi è arrivato sul posto assistendo la giovane cognata.

Poco dopo è arrivata  anche l'auto medica, e al dottore non è rimasto che constatare la buona salute del piccolo, che ora con la madre (28 anni alla terza gravidanza), si trova all'ospedale di Sassuolo.

Grande emozione e commozione per la squadra di volontari in turno questa mattina presso la sede di Toano della Croce Rossa.

Proprio in questi giorni è iniziato il trentunesimo corso base aperto a chiunque volesse avvicinarsi a questa realtà così fondamentale per il territorio.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Concludendo, si puo’ nascere un po’ dappertutto senza troppi rischi, tranne che all’ ospedale Sant’ Anna: meditate gente……

    Ivano Pioppi

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48