Sviluppi nella vicenda della Polizia Municipale Val d’Enza

Riceviamo e pubblichiamo

I Sindaci della Val d’Enza intendono aggiornare tempestivamente in merito ai nuovi sviluppi riguardanti la Polizia municipale della Val d’Enza.
Come noto, il 17 luglio è stato posto agli arresti domiciliari il vicecomandante Tito Fabbiani, mentre l’Ispettore Annalisa Pallai è stata sospesa dal Servizio per sei mesi. Il successivo 4 agosto è pervenuta notizia della sospensione dal servizio per sei mesi della Comandante, Cristina Caggiati.
Durante tutto il periodo delle indagini, gli uffici dell’Unione hanno garantito alle Forze dell’Ordine e alla Magistratura tutta la collaborazione necessaria a reperire informazioni, documenti ed atti.
Il 4 dicembre è pervenuta dalla Procura della Repubblica comunicazione di rinvio a giudizio di tutti e tre i dipendenti. In coerenza con l’impegno assunto di massima trasparenza nei confronti dei cittadini e delle nostre comunità, intendiamo per primi comunicare questa importante notizia.
Inizia ora la fase processuale, rispetto alla quale i dipendenti rinviati a giudizio potranno portare la loro testimonianza.
Premettendo che soltanto le sentenze dei giudici potranno portare una luce chiara e definitiva sui fatti avvenuti, i Sindaci confermano le intenzioni già esplicitate nel mese di luglio: in questo percorso giudiziario intendiamo costituirci parte civile per il danno di immagine e credibilità portato ai nostri Comuni e al Corpo di Polizia Municipale, servizio centrale per la sicurezza delle nostre comunità.
Riteniamo profondamente ingiusto che le condotte illecite di pochi possano danneggiare in questo modo un servizio in cui operano quotidianamente con impegno e professionalità tanti operatori professionali e diligenti. Ai dipendenti del Corpo di Polizia Municipale intendiamo rinnovare un messaggio di sostegno e vicinanza, ed esprimiamo il nostro riconoscimento per avere presidiato le tante attività di competenza in questi mesi, nonostante la temporanea precarietà organizzativa.
Bibbiano, Campegine, Canossa, Cavriago, Gattatico, Montecchio Emilia, Sant’Ilario d’Enza, San Polo d’Enza, Provincia di Reggio Emilia.
A partire dal mese di gennaio, col rinnovo del Comando, verrà garantita una profonda riorganizzazione del Corpo di Polizia Municipale, a cui intendiamo dare maggiore solidità e continuità, a supporto degli operatori e dei cittadini.

Il Presidente dell'Unione, Paolo Burani

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.




Un Commento

  1. Ma vogliono un “bravi”? Loro dov’erano fino ad ora?
    Detto ciò, quando i mesi di sospensione scadranno, torneranno a lavorare?
    Fabbiani è ancora agli arresti? Non mi sembra, visto che è in giro per Castelnovo.

    Perplesso

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48