In discoteca con spray al peperoncino e due coltelli: denunciato dai carabinieri

Ai carabinieri di Albinea che l’hanno fermato all’esterno di una discoteca del comprensorio ceramico reggiano, dove aveva trascorso la serata, ha riferito che il personale di sicurezza dello locale gli aveva trattenuto lo zaino che lui insisteva per riavere. Tale comportamento ha insospettito i militari operanti che da un’ispezione all’interno dello zaino hanno rinvenuto due coltelli della lunghezza di oltre 20 cm. Una circostanza ha indotto gli operanti ad approfondire gli accertamenti sul conto del giovane culminati con una ispezione personale a seguito della quale veniva ulteriormente rinvenuto, nelle tasche del giubbotto, uno spray urticante al peperoncino. Il giovane veniva condotto in caserma dove alla luce di quanto accertato veniva denunciato alla Procura reggiana con l’accusa di porto abusivo di oggetti atti da offendere. L’origine dei fatti l’altra notte poco dopo le 3.30 quando i carabinieri della stazione di Albinea intervenivano nei pressi di una discoteca del comprensorio ceramico reggiano, dove un giovane aveva segnalato di essere stato aggredito da alcuni giovane successivamente allontanatisi.

Il richiedente, identificato in un 20enne modenese, oltre a raccontare quanto accadutogli, riferiva agli operanti voler tornare in possesso dello zaino rimasto dentro la discoteca che era stato trattenuto dagli addetti alla sicurezza in quanto contenente birre ed altri oggetti. Una volta entrati in possesso dello zaino del ragazzo, i militari accertavano che, oltre alle bevande, all’interno si trovavano due coltelli da cucina della lunghezza di circa 20 cm. l’uno di cui una decina di lama. A seguito dell'ispezione personale del ragazzo, i carabinieri rinvenivano uno spray irritante al peperoncino, che il giovane custodiva all’interno della tasca del giubbotto che indossava anche all’interno della discoteca.  Per quanto emerso dagli accertamenti, il giovane veniva condotto in caserma dove i carabinieri procedevano a sequestrargli quanto illecitamente posseduto, denunciandolo alla Procura della Repubblica presso il tribunale di Reggio Emilia con l’accusa di porto abusivo di oggetti atti da offendere.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48