Toano: vendono motore auto online ma è truffa, denunciati dai carabinieri

Toano. Dopo aver navigato per giorni in Internet era riuscito a trovare il motore per la sua Opel Astra completo della certificazione di levita provenienza, con due anni di garanzia e soprattutto ad un prezzo ritenuto conveniente pari a 850 euro. Peccato per il 30enne reggiano che il motore non l’abbia mai visto in quanto i truffatori con cui si è imbattuto, intascati i soldi gli hanno dato buca sparendo nel nulla.

I due, infatti, grazie a un’inserzione associata a una mail e due utenze telefoniche dove intavolare le trattative e una carta prepagata dove ricevere i soldi, dal capoluogo partenopeo  si sono insidiati nei principali siti di annunci commercializzando a prezzi assolutamente convenienti motori per auto.

Le trattative correvano inizialmente via mail e poi telefonicamente. Quando sulla carta prepagata veniva accreditato l’intero importo richiesto il gioco era fatto in quanto alla vendita non corrispondeva la spedizione della merce.

Tuttavia quando l'acquirente cercava di contattare i venditori per lamentare il ritardo i truffatori inizialmente lo rassicuravano fornendogli numeri inesistenti di spedizione per poi non rispondere più. Due veri e propri boss del raggiro il 47enne e il 51enne di Napoli scoperti dai carabinieri della stazione di Toano che gli hanno denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia per il reato di truffa.

La vittima, un 30enne reggiano, con l’intento di fare un affare ha risposto ad un annuncio online acquistando un motore completo con tanto di 2 anni di garanzia pattuendo un prezzo di 850 euro. Dopo aver contattato via mail l’inserzionista e aver parlato telefonicamente con due uomini il 30enne rassicurato ha chiuso l’acquisto versando, tramite bonifico sulla carta prepagata fornita dai truffatori, l’importo richiesto pari a 850 euro per poi, dopo iniziali scuse circa i motivi del ritardo della spedizione del motore non ricevere quanto acquistato. Materializzato di essere rimasto vittima di un raggiro l’uomo si è presentato ai carabinieri della stazione di Toano formalizzando la denuncia per truffa.

Dopo una serie di riscontri tra la mail associata all’inserzione, le utenze telefoniche usate per la compravendita e la carta prepagata dove erano confluiti i soldi, i Carabinieri catalizzavano le attenzioni investigative sugli odierni indagato con a carico una sfilza di precedenti specifici, nei cui confronti venivano acquisiti una serie di incontrovertibili elementi di responsabilità per il reato di concorso in truffa per la cui ipotesi di reato venivano quindi denunciati alla Procura reggiana.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48