I vincitori del concorso “I presepi di Cervarezza”

Organizzato come da tradizione dalla locale pro loco, il concorso "I presepi di Cervarezza" ha visto anche per il 2018 la partecipazione di diversi appassionati che con il loro estro ed ingegno hanno realizzato presepi di luci e allestimenti esterni alle abitazioni, rendendo in questo modo vivo il paese nelle festività natalizie.

Complessivamente i partecipanti sono stati dodici, divisi nelle categorie: presepi tradizionali, presepi artistici e allestimento di luci.

Per la categoria "allestimento di luci" la pro loco di Cervarezza ha premiato il componimento realizzato nell'aia della Corniola.

Aia della Corniola

Motivazione: le luci hanno creato un'atmosfera d'altri tempi, riportando l'aia al ruolo importante che aveva. Fulcro delle comunità, vi si sviluppava il lavoro collettivo e si organizzavano le feste e le sagre. Ecco, attraverso le luci, il nostro pensiero è tornato ad allora, quando vivere significava condividere.

Risponde così al premio Silvio Martinelli: "Grazie alla pro loco per le belle parole su cui tutti dobbiamo riflettere. Grazie è la parola che tutti dobbiamo dire ai nostri cari quando vengono a mancare.
Ogni luce è per voi che ci avete guidato in tutti questi anni con la vostra discrezione, con il vostro saluto, sorriso e con i vostri insegnamenti. Le luci della Corniola rimarranno sempre accese per ricordarvi ogni giorno, per non dimenticarvi mai.
Voi siete la luce del nostro paese. Oggi diciamo grazie Andrea, grazie Caterina, grazie Maria, grazie Iolanda, grazie a tutti."

Per la categoria "presepi tradizionali" il primo premio è stato vinto dal campeggio Le Fonti

Presepe al campeggio Le Fonti

Motivazione: ricco di particolari, dai quali traspare un lavoro non indifferente, propone uno scorcio del nostro Appennino, riportandolo nel paesaggio della natività

Il secondo premio "presepi tradizionali" è stato assegnato a Luisa Beltrami.

Allestimento di Luisa Beltrami

Motivazione: cura nei dettagli, attenzione alle proporzioni e materiali utilizzati hanno saputo riprodurre un paesaggio meraviglioso.

Per la categoria "presepi artistici" il primo premio è stato vinto da Alessandra Dughetti con un componimento allestito all'interno del Museo del Sughero.

Allestimento di Alessandra Dughetti all'interno del Museo del Sughero

Motivazione: unico nel suo genere, è stato realizzato esclusivamente in sughero. Materiale naturale dalle proprietà eccezionali, usato dall'uomo da migliaia di anni in svariati modi, il sughero ha seganto la storia del nostro paese. In tempi passati quasi tutte le famiglie del paese si dedicavano alla produzione di turaccioli. Ritorno alle origini.

Il secondo premio per la categoria "presepi artistici" è stato assegnato a Maria Antichi e Enrico Galassi.

Allestimento di Maria Antichi e Enrico Galassi

Motivazione: materiali semplici e poveri, un lavoro attento e scrupoloso hanno dato vita a un'ottima realizzazione, rendendo la Natività unica nel suo genere.

La pro loco di Cervarezza ringrazia tutti coloro che hanno partecipato all'iniziativa, rendendo accogliente e particolare il paese.

Galleria dei presepi che hanno preso parte all'iniziativa:

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48