Castelnovo ne’ Monti. È in pieno svolgimento la missione del Gaom (Gruppo Amici Ospedali Missionari) a Shashemane, in Etiopia / Fotogallery aggiornata

Riceviamo e pubblichiamo.

-----

Da alcuni giorni sono al lavoro i volontari partiti dall’Appennino per i luoghi in cui da oltre 30 anni l’Associazione realizza strutture sanitarie, per l’educazione e la formazione dei ragazzi, per lo sviluppo in una delle zone più povere del mondo. I medici hanno iniziato il loro prezioso lavoro nella clinica-poliambulatori della Missione Cattolica.
Gli ambulatori otorinolaringoiatrico e quello odontoiatrico realizzati dal Presidente onorario del Gaom, dottor Riccardo Azzolini, in cui opera anche il dottor William Goldoni, con l’aiuto delle colleghe Leonarda e Fiorella, lavorano a pieno regime fornendo cure ad adulti e bambini. La notizia dell’arrivo del personale medico dall’Italia, atteso ogni anno, si è rapidamente diffusa, e la fila dei pazienti in attesa è sempre lunga.
Il vicepresidente Gaom dottor Gianluca Marconi presta invece la sua opera nell’ambulatorio pediatrico delle Suore dei Lebbrosi di De Foucault dove ogni mattina arrivano decine di bambini, i più poveri, che non hanno nulla, per essere lavati, curati, nutriti e vestiti.
Il presidente del Gaom, Alberto Campari, con un gruppo di ragazzi dell’Istituto professionale Mandela indirizzo Agricoltura (Martina, Lorenzo e Davide con il loro Professore Massimo Monti) è al lavoro alla Casa famiglia insieme ad Alessio e Marsilio, per realizzare un deposito da 10.000 litri di acqua e dove saranno attivati orti e piantagioni di frutta.
“Lo spirito del gruppo è alto – spiega dall’Etiopia Gianluca Marconi – si lavora insieme con generosità e condivisione nonostante le difficoltà. Manca l’acqua in missione, la corrente elettrica va e viene ma stiamo tutti bene e siamo felici per quello che facciamo. Abbiamo portato tanti medicinali, vestiti, scarpe, materiale sanitatio e materiale tecnico per gli impianti idraulici di cui c’è tantissimo bisogno. Casa Famiglia rappresenta un esempio straordinario di aiuto, un’unica grande famiglia per i bambini e i ragazzi di strada. Quest’anno oltre ai lavori previsti abbiamo finalmente sistemato gli aspetti burocratici di proprietà di tutta l’area con il Governo. Ora la Casa e tutte le strutture ed il terreno, circa 10.000 metri quadri, sono dei ragazzi, dell’Associazione Casa Famiglia sostenuta dal Gaom.

Un importante pensiero lo rivolgiamo al nostro Presidente onorario e fondatore Riccardo Azzolini che a 91 anni è qui con noi a lavorare. Ieri siamo saliti a Casa Famiglia e decine di bambini gli sono corsi incontro abbracciandolo. Riccardo e tutti noi non siamo riusciti a trattenere la commozione e le lacrime.

Un enorme ringraziamento va a tutti coloro che, dell’Appennino e non solo, sostengono il Gaom: senza di loro tutti questi progetti non sarebbero mai stati possibili”.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Complimenti al Dottor Azzolini Riccardo, a lui e alla sua squadra.

    Dal coro il Cantores di Rosano

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48