Una comunità che costruisce comunità

Casa Residenza per Anziani «Oasi di San Francesco» a Cereggio di Ventasso.

La Casa Residenza Anziani di Cereggio di Ventasso inizia la sua attività nel 1996 grazie all’intuizione di don Narciso Cacciani allora parroco di Cereggio di Ramiseto, agli sforzi congiunti dei cittadini del piccolo borgo di montagna e ai tanti benefattori che in tutta la provincia di Reggio e da Sassuolo (dove don Cacciani prestava il suo servizio come parroco dell’ospedale cittadino) contribuirono con le loro offerte.
Leggendaria, tra i cittadini del luogo, è ancora la perseveranza con cui don Narciso volle fortissimamente un’istituzione per la cura e l’assistenza degli anziani dell’alto Appennino reggiano.

A distanza di più di 20 anni, Oasi San Francesco prosegue nella sua opera a favore di anziani non autosufficienti attraverso la cooperativa di gestione omonima, soprattutto grazie all’opera incessante e professionale di tutti i lavoratori presenti, supportati da volontari, dalle preziose consorelle della congregazione delle Joshepine e alla dedizione dei consiglieri d’amministrazione e soci tutti della cooperativa sociale.
Attualmente la struttura può ospitare fino a 46 utenti su due piani in camere singole e a più posti letto. La struttura è accreditata con l’azienda Asl di Reggio Emilia Distretto di Castelnovo ne' Monti.

Dal 2017 Oasi San Francesco ha realizzato importanti investimenti nel miglioramento della qualità e del comfort alberghiero della struttura, che hanno dato i frutti sperati facendo crescere la domanda di ricovero e portando l’operatività della stessa al massimo potenziale.
Le opere più importanti eseguite nell’ultimo biennio sono state: l’aggiornamento dell’intero apparato tecnico della lavanderia interna, il rifacimento della palestra riabilitativa, la sostituzione dei due frigoriferi e di un freezer industriali ma, soprattutto, il completo rifacimento della zona verde esterna che è stata spianata e resa più fruibile per gli utenti e ombreggiata da due spaziosi gazebo in legno che ombreggiano gradevolmente parte del giardino.

Oasi San Francesco, ad oggi, è la prima azienda in comune di Ventasso per numero di occupati, dimostrando come l’offerta di servizi socio assistenziali può essere volano economico di territori anche complicati come l’alto Appennino. Oasi, inoltre, cerca di porre particolare attenzione nell’offrire occasioni di incontro e momenti di vita familiare a ospiti e congiunti, ad esempio offrendo giornate dove è possibile fruire del pranzo in ambienti riservati con il proprio caro. Si propongono diversi momenti di festa generale durante l’anno e, in particolar modo durante l’estate 2019, i nostri ospiti e parenti avranno la possibilità di fruire a fondo del nuovo giardino della struttura terminato a inizio agosto 2018.

Ma oltre a offrire l’opera di assistenza giornaliera garantita dai professionisti, Casa Residenza Anziani Oasi San Francesco lavora anche sul territorio in sinergia con l’Amministrazione comunale, Confcooperative Reggio Emilia e FeDiSA nella co-progettazione di interventi territoriali che mirano a far crescere servizi per anziani e a promuovere il lavoro di cura come volano economico locale; ad esempio è cominciato a novembre 2018 il corso di formazione per Operatori Socio Sanitari (Oss) presso la municipalità di Busana che formerà, al termine del percorso a settembre 2019, 15 nuovi operatori titolati all’assistenza socio sanitaria agli anziani e ai disabili: professionisti freschi di studio e motivati che daranno sicuramente il loro contributo per migliorare la qualità dell’assistenza agli anziani sul territorio.
Molte altre cose si potranno fare sul territorio fino a quando l’onda lunga dell’esempio e dell’abnegazione di don Narciso alla causa degli anziani soli e non autosufficienti guiderà Oasi San Francesco.

Rino Fornaciari - direttore della struttura

(La Libertà, edizione del 6/02/2019)

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48