“Confini di sicurezza”, lo spettacolo della Compagnia Teatro Bismantova in scena a Castelnovo

Con “Confini di sicurezza”, Officina Narrativa ha ripreso il filo e ha continuato il lavorìo dello scorso cammino formativo, sfociato nella restituzione pubblica di “Io siamo Noi”.

La continuità si è orientata sull'espansione del “Noi”, prendendo come spunto di riflessione temi di collettiva importanza che trasformano la percezione del nostro vivere.

Siamo partiti dalla domanda “quali sono i confini di sicurezza” nel proprio vissuto personale, relativo ai grandi temi che compongono la vita, come il nascere e il morire; approfondendo le paure contrapposte alle sicurezze del nostro quotidiano, siamo entrati ad esplorare, attraverso la stessa domanda, le trasformazioni culturali e sociali della nostra civiltà occidentale, di come abbia modulato i confini di sicurezza nella percezione collettiva e di come essi siano vissuti: sono occasioni di semplificazione e unità o sono tagli netti che dividono e complicano lo stare insieme?

Il lavorìo è penetrato e si è intrecciato con sicurezze e paure “altrui”, di gente sconosciuta, di vite ai limiti della sopravvivenza, che cercano di varcare confini e muri, spesso per trovarne altri, ancora più insormontabili.

Di questi tempi le parole confini e sicurezza vengono utilizzate in molti contesti, talvolta ne sentiamo il peso oltre che la necessità, trovando in esse anche un modo per togliere fiducia e nascondere altro.

Con il nostro fare teatro, con sudata leggerezza, abbiamo maturato un poco le nostre coscienze. Giocando ci siamo abbandonati al risveglio dei sensi e della mente in una continua resistenza alla banalità e alle righe di cemento che non solo separano, ma affossano il pensiero libero.

Insieme abbiamo condotto un percorso non facile, ma ricco di sfumature emotive, componendo un affresco a più strati: rimandiamo ai presenti la coraggiosa disponibilità ad alzare il velo per guardare oltre...

(Marina Coli)

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48