“Il Buffone di Corte” recita per il Gaom: venerdì 5 aprile al Teatro Bismantova va in scena “L’era mei sa tuliven la curera”

Una foto della compagnia teatrale "Il Buffone di corte"

Venerdì 5 aprile presso il Teatro Bismantova di Castelnovo ne’ Monti la compagnia dialettale “Il Buffone di Corte” presenterà la commedia “L’era mei sa tuliven la curera”. L’evento è stato organizzato in collaborazione con il Gruppo Amici Ospedali Missionari (Gaom), che riceverà il ricavato dell’evento. Il gruppo teatrale toanese, attivo da oltre trent’anni, ha infatti deciso di offrire il proprio talento comico a favore di una nobile causa e sposare l’attività della onlus castelnovese. Lo spettacolo avrà inizio alle ore 21:00 e il prezzo del biglietto è di 10 €.
I protagonisti della commedia “L’era mei sa tuliven la curera” sono Italo e sua moglie Cesira, i quali stanno decidendo dove passare le ferie estive. Italo vorrebbe starsene tranquillamente a riposare sul suo divano, ma la moglie Cesira è irremovibile ed è decisa ad andare al mare. I due raggiungono quindi la stazione dei treni il giorno della partenza e da qui ha inizio un’incredibile serie di incontri e imprevisti che vedrà protagonista la coppia.
Il Gaom intende pubblicamente ringraziare “Il Buffone di Corte” per aver ideato questo evento e per il sostegno che la compagnia dialettale intende fornire all'associazione, attiva in Africa dal 1985.
Il gruppo guidato dal presidente Alberto Campari è impegnato in Etiopia sin dagli anni ‘80 e negli ultimi tempi ha focalizzato il proprio lavoro per sostenere “Casa Famiglia”, struttura sita nella cittadina di Shashamane. Il centro fondato dal compianto Abba Silvio Sordella, missionario e storico collaboratore Gaom scomparso nell'ottobre 2015, ospita 50 bambini e ragazzi: con questo progetto, la onlus vuole continuare ad offrire loro una casa, un’educazione, cure mediche e una seconda famiglia. Gli ospiti della casa sono giovani rimasti senza genitori o provenienti da situazioni familiari molto gravi, che altrimenti vivrebbero per strada in condizioni di estremo pericolo, fame e precarietà.
Continua anche il rapporto di collaborazione con le suore della comunità “Sisters De Foucauld”, presenti in diversi luoghi dell’Etiopia per fornire il proprio sostegno alla popolazione più indigente: il Gaom, in particolare, sta prestando il proprio servizio presso le loro case site a Shashamane e Addis Abeba.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48